menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il rosario luminoso realizzato dalla parrocchia di San Floriano

Il rosario luminoso realizzato dalla parrocchia di San Floriano

Corona del rosario illuminata da oltre 300 lumini: «Uno per ogni preghiera»

In occasione della domenica di Pentecoste, 31 maggio, la parrocchia di San Floriano a Castelfranco Veneto ha organizzato una speciale preghiera collettiva insieme ai fedeli

Don Franco De Marchi e i giovani della parrocchia di San Floriano a Castelfranco Veneto sono stati protagonisti, domenica 31 maggio, di un'iniziativa a dir poco singolare.

«Quest’anno - raccontano - non abbiamo avuto l’opportunità di stare insieme per vivere la vita della nostra parrocchia e di celebrare, come da tradizione in questo mese dedicato alla Madonna, la messa nei capitelli del nostro paese. Da qui è nata l’idea di creare, rispettando le regole e le misure di distanziamento sociale, un’occasione per vivere la preghiera insieme, nell'ultima domenica di maggio che ha coinciso con la Pentecoste. Il nostro parroco - continuano i fedeli - attraverso un video sul canale YouTube “Parrocchia San Floriano” ha invitato tutti i compaesani ad essere presenti alla preghiera mariana: "Serenata alla Madonna del rosario" portando un biglietto con il nome di una persona cara vivente o defunta come intenzione di preghiera ed un fazzoletto bianco per salutare Maria alla fine dell'incontro di preghiera. Al centro del sagrato abbiamo allestito, con più di 300 lumini, l’immagine della corona del rosario. Ogni lumino rappresentava la nostra preghiera: c’è chi ha pregato per un defunto, chi per la famiglia, altri per la pace e la fine della pandemia globale. Abbiamo utilizzato i gradini d’entrata in chiesa come punto focale collocando la statua della Madonna del Rosario (salutata alla fine con il sventolare dei fazzoletti in mano). Per l’occasione abbiamo voluto spegnere tutta l’illuminazione delle vie del paese, per essere tutti insieme al centro, nel cuore del paese a pregare». La liturgia è stata accompagnata da musiche, da testi e dalla recita della preghiera dell'Ave Maria. Particolare e d’impatto è stata l’illuminazione sulla facciata della chiesa per un momento di preghiera ancora più significativo visto il periodo segnato dalla ripartenza dopo il lockdown.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento