Il bar mette la mascherina alla Sfinge: «Se venite a bere fate come lei»

Il Caffè Teatro di Conegliano invita i clienti al rispetto delle norme e, in primis, all'uso della mascherina. L'iniziativa ha raccolto in poche ore decine di apprezzamenti

La Leonessa imbavagliata (Foto del CaffeTeatro Conegliano via Facebook)

Mascherine e movida nei bar sono al centro di polemiche e discussioni in questi giorni. Il "Caffè Teatro" in Piazza Cima a Conegliano ha però le idee chiare su come far rispettare le regole ai suoi clienti: mettendo, ad esempio, la mascherina proprio alla Sfinge che si trova a pochi passi dall'entrata del locale. Una trovata dir poco originale, ma molto efficace.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La foto della Leonessa "mascherata", infatti, è stata pubblicata sulla pagina Facebook del "Caffè Teatro" e ha raccolto in poche ore decine di apprezzamenti e condivisioni. Il messaggio del bar è chiaro: «Quando passate a trovarci, comportatevi come la nostra amata leonessa!» Abbiamo raggiunto telefonicamente il titolare Corrado Boscarato per farci spiegare com'è nata l'iniziativa: «Il nostro bar è spesso frequentato da artisti e giovani creativi, non solo provenienti dal mondo del teatro ma anche grandi appassionati d'arte: sono stati loro a propormi per primi l'idea di mettere la mascherina alla Sfinge del teatro. Tutto ha avuto inizio lunedì 18 maggio: non ci aspettavamo un'affluenza così grande già dal primo giorno di apertura. Avevamo fin da subito messo in pratica tutte le norme per poter aprire in sicurezza: distanziamento tra i tavoli, gel e controlli. I nostri clienti abituali sono arrivati e ci hanno dato una grossa mano rispettando le regole. Molti giovani non abitudinari però sono arrivati in gruppi e senza mascherina. A quel punto gliele ho dovute fornire io di persona - spiega Boscarato - ma era chiaro che i cartelli di avvertimento per far rispettare le norme che avevamo posizionato all'ingresso del bar non stavano funzionando. Volevo dare un segnale forte ai clienti perché venissero al "Caffè Teatro" rispettando le regole e non come una semplice occasione di movida per far festa. Provvidenziale allora l'idea degli artisti-avventori che mi hanno suggerito di "imbavagliare" la sfinge del vicino Teatro Accademia. La foto che abbiamo condiviso sui social ha funzionato e, già dal giorno successivo, abbiamo notato una maggiore attenzione in tutti i nostri clienti che hanno iniziato a rispettare tutte le regole a partire dall'uso della mascherina. Poco dopo abbiamo tolto la mascherina alla statua utilizzando solo la foto pubblicata sui social come monito. Il rispetto delle norme è fondamentale per limitare il contagio, più che mai in questi giorni - conclude il titolare -. Se la nostra iniziativa è servita a sensibilizzare i clienti non possiamo che esserne felici».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cade nelle acque del Sile, fugge in treno e lo ritrovano a Bassano

  • Tragedia in A27: perde il carico, scende a recuperarlo ma viene travolto

  • Grandine e vento forte, il maltempo torna a colpire la Marca

  • Male incurabile, il sorriso di mamma Liliana si spegne a 47 anni

  • Apre a Castelfranco la brasserie di uno chef stellato

  • Tragico schianto col furgone nella notte: 62enne muore a pochi metri da casa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento