menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Una serata blues per Gigi Tempesta: Canned Heat e White Falcon a Suoni di Marca!

Continuano gli annunci estivi per il festival sulle Mura. Lunedì 23 luglio sbarcano i Canned heat e i White Falcon dopo il ricordo di Gigi Tempesta

TREVISO Lunedì 23 luglio arrivano sul palco di Suoni di Marca i leggendari Canned Heat, alfieri del blues bianco americano, guidati dal batterista originale Fito De la Parra, per l’unica data nel Veneto (tra le sole due in Italia) del loro tour europeo. Come una moda che non tramonta mai, come una fenice fatta di musica e di passione, i Canned Heat si sono formati nel 1965 e, tra scomparse, addii e reunion, continuano a scrivere un capitolo glorioso della musica moderna. Sono, infatti, gli autori di successi mondiali come l'immortale “On The Road Again”, uno dei classici più coverizzzati al mondo, “Goin’ Up The Country” e “Let’s Work Together”, brani che hanno resistito all’usura del tempo e che ancora oggi sono utilizzati come colonne sonore di spot pubblicitari. 

Dopo aver partecipato agli epici festival di Woodstock e Monterey, con elettrizzanti esibizioni di standard blues alternati ad assoli 'psichedelici', divennero una delle icone dell’era hippie, ma anche il gruppo che ha venduto più dischi di qualsiasi altra band blues nella storia della musica.  Alla fine degli anni '60 acquisirono fama mondiale con una formazione composta da Alan Wilson (chitarra e voce, comparso nel 1970), Bob Hite, detto The Bear (voce e armonica, morto nel 1981), Henry Vestine (chitarra, uscito e rientrato nel gruppo, scomparso nel 1997), Larry Taylor al basso, Harvey Mandel alla chitarra elettrica e Adolfo "Fito" de la Parra, voce e batteria. È lui che con l’autobiografia “Living the blues” (dal titolo del loro terzo album, del 1968) ha rilanciato il nome dei Canned Heat, che oggi, nel loro quinto decennio di storia, si presentano con la loro “linea classica” degli anni Sessanta proprio con Fito de la Parra e Larry Taylor e con la leggendaria armonica di New Orleans Dale Spalding.

In apertura di serata, un ricordo e un omaggio a uno dei più talentuosi musicisti trevigiani, uomo dalle conoscenze musicali enciclopediche e dotato di rara disponibilità e umanità unica: Gigi Tempesta, mancato da poco. A tributarglielo sarà la band trevigiana White Falcon, composta da musicisti che hanno condiviso il palco con Gigi in più occasioni e con diversi repertori, dalla musica dei Beatles e Rolling Stones a quella di Crosby, Still, Nash & Young. Musica che Tempesta riusciva a interpretare con estremo rigore filologico e che Steve Saluto, Alberto Innocente e Gianni De Masi (chitarre e voci), Franco Agnoletto (batteria e voce), Donato Cuzzato (piano e Hammond), Francesco Mazilli (basso)  e Remo Baldo (chitarra acustica e voce) eseguiranno con commozione, a ricordo del grande Gigi.

Altri nomi di prestigio si aggiungono, quindi, a quelli già annunciati a Suoni di Marca: Ska-J (5 agosto) Gianluca Grignani (24 luglio) la serata Tango y Cielo (20 luglio), Grupo Compay Segundo (1 agosto), Cheryl Porter e l’Orchestra Jazz del Veneto (27 luglio), Willie Peyote (2 agosto), Almamegretta (21 luglio) Sananda Maitreya (Terence Trent D’Arby) e Diodato (19 luglio), Calibro 35 (22 luglio), Marina Rei, Paolo Benvegnù e Sergio Caputo (29 luglio) e Nina Zilli (31 luglio), andando a comporre un mosaico musicale ricco di proposte differenti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Zaia: «Veneto rischia di tornare in zona arancione»

Alimentazione

Dinner cancelling la dieta di Fiorello: come funziona

Aziende

Migliori parrucchieri d'Italia: ecco i trevigiani al top

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento