Ascotrade e Caritas Tarvisina insieme per garantire pasti a chi è in difficoltà

Consegnato simbolicamente il contributo “Insieme per Caritas” destinato a Treviso e raccolto grazie alle attivazioni della bolletta via mail da parte dei clienti Ascotrade

La consegna della donazione

È avvenuta nella sede Caritas di via Venier a Treviso, alla presenza del direttore della Caritas Tarvisina, Don Davide Schiavon, e della Responsabile Marketing & Communication di Ascotrade Thejra Tonetto, la consegna simbolica del contributo donato dall’azienda pievigina alla comunità trevigiana.

Grazie al progetto “Insieme per Caritas”, durato da metà maggio a fine luglio che prevedeva la donazione di 2 euro a favore di Caritas Italiana per ogni attivazione della bolletta via mail,Ascotrade ha trasformato le oltre 10.000 richieste di bolletta in formato elettronico pervenute dai clienti, in donazioni da destinare alle persone in difficoltà dei territori in cui l’azienda opera. La quota parte dei fondi destinata a Treviso andrà a coprire le spese della mensa diocesana di via Venier all’interno della quale, per continuare a garantire un pasto alle persone in difficoltà nonostante le restrizioni sanitarie, è stata avviata una nuova modalità di distribuzione tramite pasti pronti forniti da una società di catering.

«La pandemia oltre ad aver portato insicurezza e paura nella gente -ha spiegato Don Davide Schiavon Direttore di Caritas Tarvisina- sta segnando in maniera molto pesante la condizione dei più poveri.I servizi di assistenza e accompagnamento della Caritas cercano di sostenere queste persone nel rispetto della loro dignità e della loro fragilità. La donazione di tanti clienti di Ascotrade è un segno di grande speranza che illumina le fatiche di questo tempo. È segno di una comunità che non vuole lasciare indietro nessuno e che è consapevole che il dono di ciascuno se unito a quello degli altri, permette di realizzare grandi cose. Come direttore di Caritas Tarvisina sento di esprimere profonda gratitudine a tutti i donatori, perché quanto offerto si tramuta in dono e speranza per chi, a causa della sua condizione, vede solo buio davanti a sé. Quanto ricevuto sarà investito nella mensa Caritas per garantire 40/50 pasti serali a chi è in grave difficoltà».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Grazie alla campagna “Insieme per Caritas”, abbiamo voluto dare un contributo concreto a chi si trova in maggiore difficoltà, aggravata anche dall’emergenza sanitaria -ha commentato Cristian Fabbri, amministratore delegato di Ascotrade- Il successo dell’iniziativa dimostra come, grazie a una scelta solidale e sostenibile dei nostri clienti, si possano raggiungere risultati molto concreti per il territorio».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid-19: allarme arancione in Veneto, Zaia temporeggia sull'ordinanza

  • L'auto si schianta fuori strada: morto un 22enne, due feriti gravi

  • Torna l'ora solare, quando vanno spostate le lancette

  • Nuovo Dpcm, Conte ha firmato: ecco che cosa cambia da lunedì

  • Pranzo tra amici si trasforma in un focolaio Covid: trovati quindici positivi

  • Covid, Zaia: «In arrivo nuova ordinanza per limitare gli assembramenti»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento