menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La biblioteca di Treviso

La biblioteca di Treviso

Treviso città che legge: 50mila euro dal ministero per promuovere la lettura

Il Servizio biblioteche del Settore biblioteche e musei ha infatti concorso al bando di "Città che legge 2018 - Realizzazione di attività integrate per la promozione del libro e della lettura” presentando il progetto "Atleti della lettura

Nel maggio scorso Treviso ha ottenuto il titolo di Città che legge 2018/2019, attribuito alle città qualificate dalla presenza di festival, biblioteche, librerie e da un'intensa attività di promozione della lettura testimoniata dalla partecipazione delle scuole e di altre realtà del territorio ai progetti nazionali del Centro per il libro e la lettura. Ora la città avrà un sostegno concreto alla propria azione nel campo della promozione della lettura ricevendo un finanziamento di 50.000 euro dal Ministero per i beni e le attività culturali attraverso un bando pubblico nazionale. Il Servizio biblioteche del Settore biblioteche e musei ha infatti concorso al bando di "Città che legge 2018 - Realizzazione di attività integrate per la promozione del libro e della lettura” presentando il progetto "Atleti della lettura". Il progetto si è classificato secondo tra i cinque che otterranno l'assegnazione del finanziamento, su 32 partecipanti nella categoria città tra 50000 e 100000 abitanti.

Il progetto. L'idea progettuale risultata vincente è ispirata alla vocazione sportiva della città: come nello sport è necessario allenarsi con dei bravi istruttori, essere costanti nella pratica e avere delle occasioni in cui mettersi in gara, anche per la lettura è importante una buona guida, una pratica costante che sia anche occasione di divertimento e socializzazione oltreché voglia di sfidare i propri limiti e migliorarsi. Gli Atleti della lettura, raggruppati in squadre, si alleneranno con coach esperti per imparare come farsi promotori della lettura tra i bambini, i ragazzi e gli adulti e come ridurre gli ostacoli che impediscono la lettura tra persone con particolari disabilità. In seguito, partendo dai luoghi della città già deputati ai libri, biblioteche, scuole, librerie irromperanno in contesti inediti per portare l'abitudine a leggere anche a chi non lo fa.

L1100101-2

I diversi interventi del progetto, che si svilupperà nel corso di un anno a partire da aprile 2019 sotto la direzione della Biblioteca Comunale, sono volti a sensibilizzare la cittadinanza sull'importanza della lettura per la crescita individuale e sociale e prevedono azioni specifiche volte all'inclusione nel mondo della lettura di bambini e adulti con bisogni speciali. Le attività vedranno coinvolte le biblioteche, le scuole, le associazioni, gli enti aderenti al Patto per la lettura e i singoli cittadini: il progetto consentirà di far convergere verso un unico insieme di azioni coordinate le diverse sensibilità e attività in tema di promozione della lettura presenti in città valorizzando e mettendo in rete realtà diverse.

«Siamo contenti che il progetto di Treviso sia addirittura arrivato sul podio»: le parole dell'assessore ai Beni Culturali e Turismo Lavinia Colonna Preti. «La nostra città vanta un patrimonio letterario di primissimo livello e l'impegno da parte dell'Amministrazione comunale, delle biblioteche e delle realtà per la promozione della lettura non solo è una priorità ma anche un valore aggiunto. Leggere è cultura, divertimento, svago e condivisione».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Tangenziale di Treviso: in arrivo due nuovi Targa System

Casa

Ammoniaca vs Candeggina: chi uccide meglio i germi?

Attualità

Roncade: messo in vendita il centro commerciale Arsenale

Attualità

Scuola elementare "Ancillotto": «In isolamento tutte le classi»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento