DUE SOTTO #ivantrevisin: II edizione del concorso internazionale di musica funebre

Online il bando per partecipare alla competizione che eleggerà il miglior componimento musicale per riti di commiato

L'edizione 2019

Nel 2020 il meglio della musica funebre internazionale è di nuovo protagonista a Treviso con “DUE SOTTO #ivantrevisin”, concorso promosso da Ivan Trevisin, operatore funebre trevigiano, in collaborazione con l’associazione Musincantus. Dopo il grande successo della prima edizione, torna dunque l’unico contest in Italia dedicato alla composizione e all’esecuzione di brani musicali di argomento funebre sacro e laico. Aperto a concorrenti di ogni età e nazionalità, DUE SOTTO #ivantrevisin seleziona e premia sia nuove partiture strumentali o vocali sia la rivisitazione di quelle esistenti, senza limiti di genere. Al vincitore, scelto da una giuria di esperti, sarà assegnato un premio di 500 euro. La proclamazione avverrà in occasione della finale aperta al pubblico, in programma sabato 31 ottobre 2020 al Museo di Santa Caterina a Treviso. Il bando per partecipare al concorso è consultabile alla pagina web dedicata www.musincantus.it/project/due-sotto-ivan-trevisin/

La musica funebre internazionale torna di scena a Treviso con “DUE SOTTO #ivantrevisin”, l’unico concorso dedicato ai componimenti per cerimonie di commiato, promosso da Ivan Trevisin, operatore funebre trevigiano, in collaborazione con l’associazione Musincantus. Con la pubblicazione del nuovo bando di concorso, “DUE SOTTO #ivantrevisin” intende confermare il successo riscosso con la prima edizione: un debutto, quello di questo inusuale contest, che ha raccolto nel 2019 l’adesione di numerosi compositori e musicisti, vedendo infine la vittoria del noto trio swing di Carlo Colombo con la canzone “Ridere di me”.

Anche quest’anno, il bando di partecipazione a “DUE SOTTO #ivantrevisin” si rivolge a una platea ampia, all’insegna della libertà di genere e strumentazione. Nessun limite di età o nazionalità, per gli artisti che vorranno sottoporre all’attenzione della giuria di esperti - direttori artistici e musicisti di fama internazionale - la propria candidatura con brani di genere sacro o laico, con testo originale, remake o solo strumentale. I concorrenti ammessi alla finale si esibiranno in occasione della premiazione pubblica, in programma sabato 31 ottobre 2020 nella splendida cornice dell’auditorium del museo di Santa Caterina a Treviso. Al vincitore sarà corrisposto un premio in denaro di 500,00 euro, oltre alla possibilità di esibirsi a richiesta nelle cerimonie su territorio nazionale.

«Siamo grati per il successo riscontrato lo scorso anno - afferma Ivan Trevisin - e riconoscenti per la seconda possibilità offerta in un periodo delicato come quello che stiamo vivendo. Tutti i commiati, sia laici sia religiosi, sono unici e ogni melodia può rispecchiare la vita della persona defunta. Senza dubbio esistono canzoni più indicate ai vari momenti della cerimonia – continua Trevisin – ma avere a disposizione una selezione maggiormente ampia di brani riesce ad alleviare i momenti più delicati e a dare la giusta solennità a quelli irripetibili che si vivono nel momento dell’ultimo saluto: l’addio!».

«È una grande gioia poter riconfermare anche nel 2020 questo concorso di composizione tanto inusuale nel tema quanto apprezzato sia dai media sia dai partecipanti – commenta Edoardo Bottacin, direttore dell’associazione Musincantus –. Un apprezzamento che ha portato i finalisti della prima edizione del concorso a ricevere molteplici opportunità e richieste di esibizione in tutta Italia».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ressa per le scarpe Lidl corsa all'acquisto: esaurite anche a Treviso

  • Cocaina e marijuana in casa, brigadiere dei carabinieri in manette

  • Covid, Zaia: «I dati in Veneto sono buoni, non meritiamo la zona arancione»

  • Malore improvviso al rifugio: 62enne muore tra le braccia della compagna

  • Pooh, nuovo disco dopo la morte di D'Orazio: «Le canzoni della nostra storia»

  • Non pagano l'affitto, i proprietari cambiano la serratura e li chiudono fuori

Torna su
TrevisoToday è in caricamento