rotate-mobile
blog Centro

Treviso: domenica pomeriggio iniziano i concerti del Festival organistico a S. Caterina

I suoni rinascimentali di Antonio de Cabeçon alla chiesa auditorium di Santa Caterina di Treviso. Javier Artigas ricorda il 450mo anniversario della morte del “Bach spagnolo”

TREVISO Primo appuntamento in città, per l’itinerante calendario dei concerti del XXVIII Festival Organistico Internazionale “Città di Treviso e della Marca Trevigiana”. Domenica 25 settembre, alle ore 16, la Chiesa Auditorium Santa Caterina di Treviso ospiterà l’organista spagnolo Javier Artigas. Sarà lui a interpretare, all’organo in stile rinascimentale realizzato da Francesco Zanin nel 1998, musiche di de Cabeçon, Carreira, Aguilera de Heredia e Sweelinck in un programma intitolato: "Antonio De Cabeçon e la sua eredità".

Antonio de Cabeçon, del quale ricorre il 450° anniversario della morte, è considerato il più grande organista spagnolo del sec. XVI nonché uno dei massimi compositori iberici, tanto da essere frequentemente definito "il Bach spagnolo". Cieco dalla nascita, a 16 anni era già organista nella cappella della casa reale di Castiglia e fu poi, per tutta la vita, musico alla Corte di Madrid. I lavori di Cabeçon in quest’ultima forma ebbero ripercussioni anche nella musica strumentale di molti altri paesi, anche grazie ai suoi frequenti viaggi al seguito dell’Imperatore, che lo portarono in numerose regioni d’Europa e a contatto con i più grandi musicisti del suo tempo, influenzando la loro produzione. La città di Treviso ha voluto rendergli omaggio dedicandogli la prima data del suo prestigioso festival organistico. Un evento che, come ogni anno, non mancherà di riscuotere consensi tra gli appassionati di musica sacra. Ingresso libero, inizio concerto alle ore 16.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Treviso: domenica pomeriggio iniziano i concerti del Festival organistico a S. Caterina

TrevisoToday è in caricamento