Giovedì, 13 Maggio 2021
blog

Premio Luciano Vincenzoni, varata la settima edizione

Tra le novità di quest'anno la sezione dedicata alla scrittura di un film ambientato nel Veneto, gli incontri in diretta Facebook "Vincenzoni streaming" e l'ingresso di Laura Delli Colli, presidente del Sindacato Nazionale Giornalisti Cinematografici Italiani, nella giuria soggetti

Luciano Vincenzoni

L'Associazione Luciano Vincenzoni, con il patrocinio della Città di Treviso e della Regione Veneto, ha varato il bando della settima edizione del concorso dedicato ai soggetti cinematografici e alla musica per film, riservato agli autori under 35. Il premio è nato nel 2015 per omaggiare l'opera di Luciano Vincenzoni (Treviso, 26 marzo 1926 - Roma, 22 settembre 2013), soggettista e sceneggiatore di film che hanno fatto la storia del cinema italiano.

L'obiettivo è quello di mettere in luce il talento dei giovani che vogliono intraprendere, in modo professionale, la strada della scrittura di soggetti  da tradurre in film  e della composizione musicale legata al linguaggio cinematografico. Possono concorrere soggettisti e compositori italiani che alla data del 30 giugno 2021 abbiano compiuto 18 anni e che siano entro i 35 anni d'età. Il concorso si articola in due sezioni: soggetti e musica.

Soggetti. La sezione generale è a tema libero, l'altra invece ha come traccia "Una storia veneta (ambienti, vicende e paesaggi del Veneto per il cinema),  novità introdotta per valorizzare la terra d'origine di Vincenzoni. In entrambi i casi gli autori possono concorrere singolarmente, oppure con un'opera scritta a quattro mani. Sono richiesti lavori originali e inediti, redatti in lingua italiana, indicando il presumibile sviluppo per un lungometraggio o per un "corto".

Musica. Ai concorrenti è richiesta la stesura di una partitura composta appositamente per commentare alcune sequenze del film "Malena" (2000), il cui soggetto è stato  firmato da Luciano Vincenzoni. L'associazione ha scelto il film diretto da Giuseppe Tornatore per ricordare il genio del maestro Ennio Morricone, scomparso nel 2020, autore della colonna sonora.

Modalità di partecipazione. Soggetti e partiture vanno inviati entro il 30 giugno 2021, seguendo quanto indicato dal bando, pubblicato nel sito wwwHYPERLINK "https://www.premiovincenzoni.it/".HYPERLINK "https://www.premiovincenzoni.it/"premiovincenzoniHYPERLINK "https://www.premiovincenzoni.it/".HYPERLINK "https://www.premiovincenzoni.it/"it. Altre informazioni possono essere richieste all'indirizzo email concorso@premiovincenzoni.it. Nel sito web sono elencate  le modalità del concorso, le giurie delle due sezioni (quella dei soggetti è presieduta dal regista Giorgio Diritti, mentre il compositore Giuliano Taviani è il presidente della commissione musicale) e la consistenza del montepremi: 1500 euro andranno ad ognuno dei tre vincitori delle sezioni soggetti a tema generale, "Una storia veneta" e musica; 500 euro verranno riconosciuti ai secondi classificati delle stesse sezioni. La premiazione si terrà sabato 27 novembre a Treviso  nell'auditorium di Santa Caterina.

Sostenitori e partner. Il concorso anche per l'edizione 2021 ha il sostegno istituzionale dell'Assessorato alla Cultura della Città di Treviso e della Regione Veneto. Anche il marchio Parajumper e il gruppo bancario  Crédit Agricole hanno rinnovato il loro importante appoggio al premio; altri partner sono il Cineforum Labirinto, il Conservatorio di musica "Agostino Steffani" di Castelfranco Veneto e Italy Web Radio.

"Vincenzoni Streaming"

Cinque conversazioni e un concerto a distanza compongono il corpus della nuova iniziativa, pensata a corollario del concorso per esplorare le tante sfaccettature della decima arte, connesse in particolare con il Veneto. Gli incontri e il concerto si svolgeranno in streaming, tra aprile e maggio, da seguire in diretta Facebook nella pagina del concorso.

Venerdì 16 aprile, ore 21 “Il cinema e noi: riflessioni di ragazzi in tempo di pandemia". Conversazione con Paola Brunetta, docente di scuola superiore e critico cinematografico, e Luca Milan, docente di scuola superiore. Intervengono alcuni studenti, partecipanti al progetto "Pane e Cinema", Silvia Amadio (Cinema Multisala Corso) e Giuliana Fantoni (Multisala Edera e presidente Fice Tre Venezie). Modera Agostino Squeglia dell'Associazione Vincenzoni.

Mercoledì 21 aprile, ore 21 "Il Veneto: le voci e le immagini. Gli scrittori". Intervengono il docente di scuola superiore, scrittore e critico letterario, Nicola De Cilia e Manlio Piva, ricercatore all'Università di Padova dove insegna Didattica dell'audiovisivo e multimediale e Educazione artistica e educazione mediale. Moderatore Agostino Squeglia. Al centro del dialogo i romanzi di Vitaliano Trevisan, Francesco Targhetta, Romolo Bugaro, Marco Franzoso, Francesco Maino e Massimo Carlotto.

Mercoledì 5 maggio, ore 21 "Il Veneto: le voci e le immagini. I registi e i film". Secondo incontro streaming con Nicola De Cilia e Manlio Piva. Moderati da Agostino Squeglia, seguiranno lo sviluppo dal libro al film, illustrando come Matteo Garrone, Antonio Padovan, Alessandro Rossetto, Saverio Costanzo e Andrea Manni reinterpretano la letteratura veneta contemporanea.

Mercoledì 12 maggio, ore 21 "Il Veneto. Immagini di una Regione nel cinema". La conversazione coinvolge il regista, sceneggiatore e produttore Giorgio Diritti  (presidente della giuria sezione soggetti), e Cecilia Valmarana, vicedirettore di Rai Movie. Modera Laura Delli Colli, presidente del Sindacato Nazionale Giornalisti Cinematografici Italiani, organismo che assegna i Nastri d'Argento. Da quest'anno Laura Delli Colli entrerà a far parte dei giurati che selezioneranno i migliori soggetti.

Mercoledì 19 maggio, ore 21 "Profilo di un mestiere". Incontro con importanti autori italiani di colonne sonore: Giuliano Taviani e Marco Biscarini, entrambi giurati del concorso nella sezione musica per film. Modera Pier Luigi Gatti dell'Associazione Luciano Vincenzoni.

Mercoledì 26 maggio, ore 21 "Per un pugno di note". L'ensemble del "Conservatorio Steffani di Castelfranco Veneto proporrà una selezione di colonne sonore, sotto la direzione del maestro Gian-Luca Baldi. Verranno eseguite anche le partiture che hanno vinto l'edizione 2020 del Premio Vincenzoni, composte da Gian Marco Verdone e Paolo Annunziata a commento di una sequenza tratta dal film "Il gobbo" di Carlo Lizzani, sceneggiato da Luciano Vincenzoni.

Progetto Pane e Cinema

L'Associazione Luciano Vincenzoni è impegnata a promuovere la cultura cinematografica anche tra le giovani generazioni, realizzando delle iniziative didattiche (workshop) indirizzate agli studenti degli istituti superiori trevigiani. Con l'insorgere della pandemia del Covid-19, nel 2020 il progetto è stato temporaneamente sospeso, in attesa che si ristabiliscano le condizioni per proseguire il dialogo con il mondo della scuola. Appena sarà possibile, l'obiettivo dell'associazione è di coinvolgere altri istituti superiori.

L’Associazione Luciano Vincenzoni in radio

Da gennaio 2021, con doppia cadenza settimanale, sono state trasmesse  dall’emittente Italy Web Radio 10 puntate dedicate alle musiche da film. Attingendo alla nutrita filmografia di Luciano Vincenzoni, Ettore Canniello , socio dell’Associazione, ha proposto una carrellata di musiche di autori prestigiosi (Morricone, Rustichelli, Rota, Calvi, Bonfa, Paoli), presentate poi e raccontate  in maniera piacevole  dal professionista radiofonico Lucio Babudri. Un'iniziativa culturale innovativa per l’associazione, che ha riscosso l’interesse della direzione artistica di Italy Web Radio e la curiosità degli ascoltatori.  Un’esperienza positiva destinata a proseguire.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Premio Luciano Vincenzoni, varata la settima edizione

TrevisoToday è in caricamento