Più che un lavoro pubblico bastava una tavola, ma non sembra così facile

Il caso di strada Panigai, segnalato da Gigi Calesso, Coalizione Civica per Treviso

Il fossato di strada Panigai

Lungo il tratto di Viale Brigata Marche che va dall'incrocio con Strada Panigai all'appezzamento oggetto della omonima lottizzazione corre un fossato. Sul lato sinistro del viale il fossato è interrato dall'incrocio con Strada Panigai fino all'altezza della lottizzazione dove passa sotto il viale e, sul suo lato destro, scorre all'aperto fino a tornare all'altezza della strada Panigai e iniziare a costeggiarla. Il fossato, però, ha uno sfogo sotto Viale Brigata Marche anche all'altezza di Strada Panigai da dove l'acqua, se non viene bloccata, confluisce direttamente sul tratto che costeggia Strada Panigai, lasciando all'asciutto il tratto a U che costeggia i due lati del viale (allegata mappa). Fino a novembre 2019 una tavola appositamente piazzata bloccava proprio questo deflusso e incanalava l'acqua sul percorso più lungo.

fossato strada Panigai-2

Da allora la tavola non c'è più (allegata foto) perché il legno si è marcito e decomposto. A seguito delle richieste dei residenti in zona è stata ripristinata ma sotto il pelo dell'acqua, intervento inutile e che comporta due conseguenze sgradevoli se non pericolose:

- l'acqua non segue più il percorso a U e la zona di fossato scoperto che costeggia Viale Brigata Marche, priva del flusso costante e piena di vegetazione (allegata foto), è diventata l'habitat per topi e nutrie che di notte raggiungono facilmente le abitazioni vicine (il sistema di derattizzazione non pare avere effetti particolarmente brillanti nella zona);

- l'attuale flusso d'acqua in uscita da sotto Viale Brigata Marche verso via Panigai è piuttosto veloce e potrebbe comportare problemi in caso di forti piogge perché il tratto di fossato lungo Strada Panigai è poco profondo e rischia di non riuscire a sopportare una quantità d'acqua particolarmente copiosa e di rapido scorrimento, con pericolo di esondazione che potrebbe arrivare alle abitazioni che si trovano a pochi metri di distanza. Insomma, per risolvere problemi e prevenire rischi non serviva un grande “lavoro pubblico” ma rimpiazzare la tavola che è stata lì per anni e anni. Un intervento semplice ma che non sembra così facile.

Gigi Calesso, Coalizione Civica per Treviso

fossato strada Panigai - 2-2-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ressa per le scarpe Lidl corsa all'acquisto: esaurite anche a Treviso

  • Cocaina e marijuana in casa, brigadiere dei carabinieri in manette

  • Covid, Zaia: «I dati in Veneto sono buoni, non meritiamo la zona arancione»

  • Malore improvviso al rifugio: 62enne muore tra le braccia della compagna

  • Pooh, nuovo disco dopo la morte di D'Orazio: «Le canzoni della nostra storia»

  • Non pagano l'affitto, i proprietari cambiano la serratura e li chiudono fuori

Torna su
TrevisoToday è in caricamento