Una corsa da Venezia a Cortina per aiutare i bimbi ricoverati al Ca' Foncello

Venerdì 27 dicembre partirà da Piazza San Marco la nuova sfida di Nicola Bottosso, runner di San Donà. Durante il percorso soste per raccogliere fondi e aiutare più bimbi possibile

In foto: Nicola Bottosso (Immagine tratta da Facebook)

Dall'acqua di Piazza San Marco alla neve di Cortina: 160 chilometri attraverso il Veneto per aiutare i bambini ricoverati nei reparti di pediatria a San Donà di Piave (sua città natale) e a Treviso. Nicola Bottosso, ultramaratoneta veneto, il 27 dicembre partirà per una nuova avventura dal cuore del capoluogo veneto. Destinazione: la perla delle Dolomiti per quella che sembra già avere tutte le caratteristiche di una meravigliosa favola di Natale.

BOTTOSSO-2

Durante il viaggio, che inizierà alle 9 di domani mattina, Bottosso cercherà di raccogliere il maggior numero possibile di fondi da destinare ai reparti di pediatria che aiutano ogni giorno i piccoli costretti a passare le festività natalizie in ospedale. Il programma del primo giorno di corsa vedrà un lungo passaggio attraverso i Comuni della Marca. Alle ore 13.15 è previsto l'arrivo all'ospedale Ca' Foncello dove l'atleta si fermerà alcune ore prima di ripartire alla volta di Cortina dopo aver portato il suo saluto al reparto di Pediatria. Tra le 17 e le 17.30 il passaggio a Conegliano per arrivare, alle 18, alla tappa finale della giornata: il JoyClub di San Vendemiano dove sarà organizzato un bel terzo tempo aperto a tutte le persone che vorranno dare il proprio sostegno all'iniziativa scambiando pareri con Bottosso in persona che il giorno dopo ripartirà alla volta di Longarone ed infine Cortina, la perla che chiuderà il suo lungo viaggio per aiutare i piccoli meno fortunati in queste festività natalizie. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Più muscoli e meno grasso: gli alimenti che aiutano a costruire la tua massa magra

  • Detrazioni fiscali: tracciabilità obbligatoria per le spese del 2020

  • Tensione in tribunale, avvocato perde la testa e aggredisce il giudice

  • Rara complicazione dell'influenza, muore bimba di dieci anni

  • Diabete e retinopatia, il prof. Bandello: "Siamo all'avanguardia, ma ancora pochi screening"

  • Attacco cardiaco porta via alla vita Maria Fernanda, giovane mamma 31enne

Torna su
TrevisoToday è in caricamento