menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Una foto degli Alpaca di Federica, con anche i suoi figli

Una foto degli Alpaca di Federica, con anche i suoi figli

A Villorba il primo allevamento di Alpaca in città: è il curioso progetto di "Le Noghere"

Cusco, Nils, Giulia, Colca, Bea, Inca e il piccolo Quito: loro sono gli Alpaca Huacaya di Federica Zanier. L'obiettivo è di produrre lana e creare una fattoria didattica

VILLORBA Sette Alpaca Huacaya, allevati alle porte della città. E’ il progetto “Le Noghere”, il primo allevamento urbano di Alpaca, avviato circa 3 anni fa dalla giovane Federica Zanier. L’azienda nasce dopo la chiusura dell’allevamento di vacche da latte della nonna di Federica, che però continua con la coltivazione di cereali, foraggi e vigneto. Federica, in cuor suo, vuole però dare avvio ad un allevamento originale e alternativo, ed è nel 2013 che arriva Cusco, giovane esemplare di Alpaca Huacaya seguito da due femmine, Giulia e Colca, e da Nils, un altro maschio pochi mesi dopo.

La famiglia Alpaca de “Le Noghere” si ingrandisce nel tempo, ed ora è composta da 7 esemplari (Cusco, Nils, Giulia, Bea, Colca, Inca e Quito, ultimo cria - cucciolo) considerando che la gestazione dell’alpaca è di 345 giorni, per un solo cria alla volta. Inizia così l’approccio alla tosatura dell’animale e la destinazione di questa fibra dalle proprietà sorprendenti. Dopo una ricerca nel territorio trevigiano Federica trova un’azienda radicata nella lavorazione della lana per trapunte e materassi, per avviare il confezionamento del loro prodotto di punta, la trapunta di Alpaca. La lana di Alpaca ha qualità molto importanti, è anallergica, non contiene lanolina, traspirante, leggera, durevole e più calda rispetto ad altre lane pur pesando la metà. Dalla tosatura dei sette esemplari, Federica ricava circa 30 chili di lana, tra prima e seconda scelta, dalla quale si ricava il materiale per le trapunte e del filo, con cui realizzare guanti, berretti e piccoli oggetti.

Questo tipo di allevamento aiuterà la mia azienda a differenziarsi nel suo settore perché oltre allo sviluppo dell’allevamento, alla produzione di trapunte di lana Alpaca,  potrò offrire prodotti di abbigliamento e accessori di qualità – spiega Federica Zanier - Un altro obiettivo è l’apertura della fattoria didattica per sviluppare il percorso della lana e l’attività assistita animali o pet-therapy per cui ho frequentato un corso nel 2015. L’Alpaca è un animale molto docile e coccolone, dal pelo morbido che rilassa il bambino, dal musetto simpatico, che si lascia avvicinare senza timore.” Proprio per dare seguito a questi progetti, Federica frequenta il corso abilitante per la Fattoria Didattica e intraprende rapporti con altri allevamenti per poter trovare filature artigianali, rilanciando così anche il settore tessile che, a Nordest, ha conosciuto tempi gloriosi.

Gli Alpaca di Federica e dell’azienda agricola “Le Noghere” parteciperanno alla Fiera4Passi di Treviso, una delle più importanti e partecipate fiere dell’economia e dello sviluppo solidale e sostenibile in Italia e il più significativo evento del Nordest sul tema. Una grande festa fatta di cittadini (70.000 visitatori in due finesettimana nell’edizione 2015) e di espositori (quest’anno saranno oltre 180). 

alpaca cria-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Malore dopo la vaccinazione, 57enne ricoverato in ospedale

Giardino

Balconi fioriti: scopri le piante più scenografiche, i migliori vivai

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Con un cinque al Superenalotto vince 17mila euro

  • Cronaca

    Ruba un aspirapolvere, 43enne arrestata dai carabinieri

  • Meteo

    Veneto, tornano piogge e temporali: «Rischio nubifragi a metà settimana»

Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento