menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il momento della premiazione finale

Il momento della premiazione finale

4 Ristoranti, a Venezia vince Zanze XVI: uno chef trevigiano tra i titolari

Giovedì sera, 23 aprile, è iniziata su Sky Uno e Now Tv la nuova stagione del programma condotto da Alessandro Borghese. Chef Nicola Dinato di Castelfranco è il co-titolare

Zanze XVI, con 117 punti, è stato eletto miglior ristorante sui canali veneziani nel corso della prima puntata della nuova stagione di "4 ristoranti", celebre format condotto dallo chef televisivo Alessandro Borghese. Il proprietario, Nicola Possagnolo, ha staccato di 10 punti il secondo classificato, Ogio di Orietta Miotto; al terzo posto Riviera (105 punti), quarta la Trattoria Povoledo (97 punti).

Il momento delle cloche

cloche-2

A colpire i ristoratori è stato il menù creativo proposto da Zanze XVI, in un contesto giovane ma in grado di integrarsi al meglio anche in una cornice come quella veneziana. Il bonus per il miglior fegato alla veneziana, invece, è stato assegnato a Ogio. Per il vincitore, oltre al premio da investire nella propria attività, anche un anno di assicurazione che tutelerà l'attività da ogni tipo di imprevisto.

Anima trevigiana

Nella puntata andata in onda giovedì sera Nicola Possagnolo è stato il grande protagonista del trionfo di Zanze XVI ma anche la provincia di Treviso può esultare per la vittoria perché il co-titolare del locale è lo chef castellano Nicola Dinato. Chef stellato e anima pulsante del ristorante Feva di Castelfranco Veneto, insieme a Nicola Possagnolo e a Luca Tartaglia, promessa della cucina italiana hanno preso in mano i fuochi di Zanze XVI fino a trasformarlo in uno dei ristoranti più prestigiosi di Venezia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Si finge fruttivendolo, deruba un 61enne e fugge

  • Attualità

    Giornata della memoria: le iniziative a Treviso e provincia

Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento