Open space: la soluzione d’arredo perfetta per case piccole

Vediamo come sfruttare le tante potenzialità con qualche trucco

È impossibile resistere al fascino di un open space, li vediamo su riviste e nei blog di settore e ne ammiriamo l’atmosfera elegante e conviviale, dove ogni elemento sembra in armonia con l’altro. Arredare un open space è una sfida e, allo stesso tempo, una grande occasione. Senza pareti si può ottenere una casa luminosa e leggera. La luce è infatti libera di passare da una zona all'altra, riflettendosi su specchi e superfici trasparenti posizionati ad arte. Ma senza un progetto chiaro si rischia di riempire l'unica stanza alla rinfusa. Invece che guadagnare si perde spazio e si convive in un ambiente sempre in disordine e senza privacy.

L'open space è una tendenza d'arredamento sempre più in voga e di grande impatto. Il vantaggio di questo tipo di soluzione è molto semplice: eliminando muri e barriere, anche le case più piccole risultano più grandi, inoltre consente di sfruttare al massimo ogni angolo dell’appartamento.

Senza pareti la casa viene inondata di luce naturale con un notevole risparmio energetico, una scelta perfetta sia per le abitazioni che per gli uffici. Decidere di realizzare un open space, vuol dire prestare grande attenzione allo stile e ai colori, ma soprattutto alla disposizione dei mobili

Decenni fa, le case sono state costruite con l'idea che ogni stanza ha una funzione distinta. Si cucina in una cucina, quindi si trattava di una stanza separata - spesso con una porta. Le sale da pranzo erano formali. I salotti erano per divertirsi o rilassarsi, e sono stati separati dalla cucina. Negli anni '50 e '60, i costruttori di case consideravano il piano abitativo aperto come un modo per progettare in modo efficiente una casa utilizzando metrature meno ampie. Le case a più livelli sono diventate così molto popolari.

Oggi, ogni ambiente viene ripensato, un piccolo appartamento con una piccola cucina senza finestre fuori dal soggiorno può essere trasformato sostituendo il muro con un'isola o un tavolo. Puoi chiacchierare con i tuoi ospiti mentre cucini. Le isole o i tavoli da cucina che sono tipicamente utilizzati al posto delle pareti come delimitazioni di stanze, diventano un punto focale per cibi e bevande. Posizionando una scrivania e un computer contro una parete o lo schienale del divano, la stanza diventa ancora più multifunzionale.

Come arredare un open space

Per arredare cucina e soggiorno in un open space è importante che i due ambienti riflettano lo stesso stile. Se si tratta di un soggiorno con cucina piccola, optate per colori chiari e arredi moderni, che conferiscano luminosità all'insieme. In un open space con soggiorno e cucina dallo stile moderno, osate con il colore e con i contrasti, alternandoli fra i due ambienti unici. Quando si deve organizzare un open space, la parte più delicata è la disposizione dei mobili, perché si deve evitare di creare un ambiente caotico. 

Il muretto per dividere gli ambienti

Anche se l’open space gioca tutto sugli spazi aperti e ampi, in alcuni casi c’è la necessità di delimitare gli ambienti come cucina e soggiorno. In questo caso la soluzione più efficace è realizzare un muro basso che può diventare una superficie d’appoggio. Inoltre, se abbiamo poco spazio in casa, possiamo realizzarlo con nicchie o mensole interne così da avere ripiani extra.

Se volete spendere un po’ di più, allora potete scegliere un muro a scomparsa in cartongesso, una soluzione a scorrimento che permette di delimitare gli ambienti in base alle esigenze.

Librerie per avere più spazio

In un monolocale o in un appartamento di piccole dimensioni, la scelta degli arredi va fatta con attenzione. In alcuni casi i mobili possono diventare ingombranti e togliere luminosità all’interno. Per avere ripiani e conservare dinamicità, potete scegliere la libreria. Il mobile a scaffale è ideale anche per delimitare gli spazi, basta non riempire tutti i ripiani e si avrà un elemento d’arredo funzionale e in armonia con lo stile dell’appartamento.

Come arredare la cucina e il soggiorno

Quando si decide di arredare un open space, anche se si può scegliere liberamente il proprio stile, bisogna creare una certa continuità nella scelta degli arredi a seconda del design che preferiamo:

  • moderno: minimal ed essenziale, ecco le caratteristiche principali di questo stile che anche all’interno di un open space devono essere rispettate. Il protagonista assoluto è il divano, ad angolo o con penisola, l’importante è che abbia tonalità neutre e che dia le spalle alla cucina, per delimitare l’ambiente;
  • rustico: il legno è il punto di forza di questo stile che crea un ambiente caldo e accogliente, quindi meglio puntare su mobili d’epoca dallo stile country chic, arricchiti da oggetti in ferro battuto. Per completare al meglio il design, si può decidere di realizzare un muretto in mattoncini con mensole, perfetto per avere spazio in più e di sicuro impatto;
  • industrial: se amiamo lo stile antico e moderno, l’industrial racchiude entrambi gli elementi. L’utilizzo equilibrato di legno e metallo si deve bilanciare con colori che vanno dal nero al grigio. Per dividere gli spazi, poi, una scelta di sicuro effetto è l’isola in muratura, con mensole interne, che all’occorrenza può diventare un tavolo, così da recuperare spazio e avere un interessante elemento di design.


Prodotti online

Libreria

Divano ad angolo

Mobile TV industrial

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ammoniaca vs Candeggina: chi uccide meglio i germi?

  • Open space: la soluzione d’arredo perfetta per case piccole

  • Elettrodomestici: da marzo sparisce la classe A

  • Coronavirus quanto rimane nell'aria e nelle superfici, si trasmette agli animali?

  • Ristrutturare casa: come migliorare l’efficienza energetica

  • Occhio alle bollette: come risparmiare elettricità e gas in cucina

Torna su
TrevisoToday è in caricamento