Come pulire un tagliere di legno

Il legno, è un elemento molto poroso e avendo un alto grado di assorbimento, è assolutamente vietato l’uso di detersivi chimici. E allora, come pulirlo correttamente? Vediamolo in questa semplice guida  

Un tagliere di legno, è uno strumento classico e di default in cucina che si rispetti. Adatto e spesso indispensabile per la preparazione dei cibi e la “tela” perfetta per un tagliere di formaggi o salumi. Affinché durino ancora più a lungo, questi attrezzi devono essere trattati con cura, soprattutto al momento del lavaggio. È infatti molto importante rimuove ogni residuo di cibo o di unto, in modo tale che essi non rimangano macchiati e presentino un olezzo pressoché onnipresente. Pensa a questo periodo dell’anno, tra salumi, dolci e pesce, quale mix di colori e odori può assorbire amabilmente il tuo tagliere. Vediamo dunque come trattarlo, per renderlo igienizzato e candido.

Frequenza di pulizia

Un tagliere dovrebbe essere pulito dopo ogni utilizzo, anche se è solo usato per tagliare un pezzo di frutta. Saltare una buona pulizia, può lasciare lieviti e muffe spore e batteri che continueranno a crescere. A seconda della frequenza con cui lo si utilizza, questo deve essere accuratamente disinfettato, almeno mensilmente.

Quello di cui hai bisogno

  • Acqua calda
  • Detersivo per piatti
  • Aceto bianco distillato o acqua ossigenata
  • Candeggina
  • Bicarbonato di sodio
  • Limone
  • Olio minerale per uso alimentare
  • Tovaglioli di carta
  • Spugna o lavapiatti
  • Lavandino
  • Panni per asciugare

Istruzioni

Residui di cibo da sciacquare

Appena possibile dopo l'uso, sciacquare la tavola di legno con acqua calda, per rimuovere eventuali residui di cibo. Utilizzare una spugna morbida o uno scrubber, per rimuovere eventuali frammenti appiccicosi. Assicurarsi che non vi siano alimenti o piatti puliti nella zona di spruzzatura, per prevenire la contaminazione incrociata.

Ricorda: Non lasciare che solidi e liquidi rimangano a lungo sulla superficie del legno, per evitare macchie. Il risciacquo rapido, è particolarmente critico quando si maneggiano le carni. Se lasciato troppo a lungo, il sangue può penetrare nei pori del legno e causare problemi. Inoltre, Non posizionare mai un tagliere di legno in una lavastovglie automatica. Il calore elevato e la prolungata esposizione all'acqua, causano la spaccatura del legno.

Mescola una soluzione detergente

Aggiungi alcune gocce di detersivo per piatti all'acqua calda e usa una spugna per pulire entrambi i lati del tagliere di legno. Strofina via le macchie In caso di scolorimento sulla tavola, cospargere l'area con una quantità abbondante di bicarbonato di sodio. Usa un pennello per lavare i piatti o metà di un limone, per strofinare l'area. L'acido del limone, aumenterà il potere pulente e schiarirà le macchie.

Risciacquare e asciugare

Sciacquare la scheda in acqua calda, per rimuovere tutta la schiuma. Asciugare la scheda con un panno morbido o un tovagliolo di carta.

Disinfettare con aceto bianco distillato o perossido di idrogeno

Dopo il risciacquo, spruzza leggermente la tavola di legno con aceto bianco. L'acido nell'aceto, funge da disinfettante per l'uso quotidiano. Puoi anche farlo, con una soluzione al 3% di perossido di idrogeno.

Disinfettare con candeggina al cloro

Almeno mensilmente o dopo aver lavorato con carne, pesce o pollame crudi, la tavola deve essere accuratamente disinfettata con una soluzione di candeggina e acqua. Mescola un cucchiaino di candeggina in un litro d'acqua. Distribuisci metà della soluzione su un lato del tagliere e lasciala riposare per cinque minuti. Risciacquare con acqua calda e ripetere i passaggi sull'altro lato della tavola.

Asciugare all'aria accuratamente

Posizionare la tavola di legno in uno scolapiatti, per asciugare completamente all'aria. Non asciugare in piano sul bancone, perché il fondo della tavola può deformarsi. Non conservare mai una tavola di legno, fino a quando non è completamente asciutta.

Trattamento del legno

Se la tavola inizia a sembrare opaca o leggermente ruvida al tatto, il legno deve essere trattato. Non usare olio d'oliva o altro olio da cucina, perché possono diventare rancidi. Utilizzare olio minerale, altamente raffinato e per uso alimentare. Applicare un generoso strato di olio sulla tavola e distribuirlo uniformemente con un tovagliolo di carta. Lascia immergere l'olio nella tavola per almeno due ore o durante la notte. Pulisci l'olio in eccesso con un tovagliolo di carta e posizionalo in una griglia o in posizione verticale, per asciugare completamente.  L'olio riempirà tutti gli angoli e le fessure delle fibre del legno e impedirà all'acqua e ai batteri di entrare.

4 consigli per mantenere il tuo tagliere di legno in gran forma

  1. Non immergere mai la tavola in acqua per periodi prolungati. L'acqua permea il legno e fa gonfiare e deformare le fibre del legno.
  2. Non mettere mai in lavastoviglie.
  3. Non permettere mai ai liquidi alimentari, in particolare al sangue, di accumularsi sul legno.
  4. Non usare mai olio da cucina, diventeranno rancidi e l'odore è difficile da rimuovere.
  5. Quando acquisti un tagliere di legno, scegli un legno duro come il bambù o l'acero. Questi legni, sono molto meno inclini alle incisioni permanenti che possono siano rovinare, ma soprattutto intrappolare i batteri, rispetto ai legni più morbidi, come cedro e cipresso.

Happy Casa Store Treviso - Viale IV Novembre, 87/A, 31100 Treviso TV

Gotti Store - via Margherita Grimaldi Prati, 7, 31100 Treviso TV

Olio naturale per la pulizia del legno

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ammoniaca vs Candeggina: chi uccide meglio i germi?

  • Open space: la soluzione d’arredo perfetta per case piccole

  • Elettrodomestici: da marzo sparisce la classe A

  • Coronavirus quanto rimane nell'aria e nelle superfici, si trasmette agli animali?

  • Ristrutturare casa: come migliorare l’efficienza energetica

  • Occhio alle bollette: come risparmiare elettricità e gas in cucina

Torna su
TrevisoToday è in caricamento