menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sassaiola dei vandali contro la Rotonda Papadopoli a Ceneda

I fatti risalgono con ogni probabilità alla notte tra venerdì e sabato, quando ignoti hanno danneggiato con lanci di pietre una decina di finestroni del caratteristico edificio

VITTORIO VENETO L'associazione Zheneda esprime sdegno e dolore per gli episodi vandalici avvenuti ai danni della Rotonda Papadopoli a Ceneda, sede del sodalizio presieduto da Aldo Bianchi e di altre associazioni culturali e ricreative. I fatti risalgono con ogni probabilità alla notte tra venerdì e sabato, quando ignoti hanno danneggiato con lanci di pietre una decina di finestroni del caratteristico edificio, agendo nella parte più nascosta al traffico, quella che dà sul parco Papadopoli.

Così Aldo Bianchi, presidente di Zheneda (associazione delegata alla gestione degli spazi della Rotonda, dove quasi ogni mese organizza la Mostra del libro), ricostruisce l'accaduto: “Nel tardo pomeriggio di venerdì ho fatto un giro nell'edificio e non ho ravvisato nulla di strano. Sabato sono tornato e ho trovato le testimonianze dei vandalismi. Gli autori hanno rotto, lanciando pietre, una decina di finestroni e danneggiato l'ingresso di servizio all'Aula magna, noncuranti del cartello che indica la presenza della videosorveglianza. In un caso, il lancio di pietre è stato così potente da centrare prima un finestrone esterno e poi una porta a vetri interna. Ho informato l'Amministrazione comunale e denunciato l'accaduto alla Polizia Locale di Vittorio Veneto. Speriamo che le telecamere di videosorveglianza possano fornire elementi utili a scoprire gli autori del gesto”.

Bianchi fatica a trattenere l'amarezza: “Noi e le altre associazioni che hanno sede alla Rotonda lavoriamo molto per animare culturalmente il quartiere e la città e poi ci troviamo di fronte a danni che ai nostri occhi sono enormi, materialmente ma soprattutto moralmente. Per evitare che fatti del genere si ripetano chiediamo alle autorità competenti maggiori controlli e illuminazione dell'area”.

L'Associazione Zheneda invita chi dovesse camminare all'interno del parco Papadopoli in prossimità della Rotonda a prestare attenzione alla possibile presenza sul terreno di piccole schegge di vetro, “ricordo” delle rotture dei finestroni dell'edificio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Giardino

Balconi fioriti: scopri le piante più scenografiche, i migliori vivai

Notizie

Bollo auto 2021: il Veneto proroga la scadenza

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento