menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Alcune delle taniche recuperate

Alcune delle taniche recuperate

Arrestati vampiri del gasolio: recuperati 600 litri in taniche

I Carabinieri di Cison di Valmarino hanno arrestato due albanesi del vittoriese rei di aver sottratto 600 litri di nafta da un'azienda di Pieve di Soligo. Ora si attende il processo per direttissima

FOLLINA - I vampiri del gasolio finiscono in cella. Sono state strette le manette ai polsi di due albanesi incensurati, P.E. e E.H.E (operaio) di Follina, rispettivamente zio e nipote di 29 e 22 anni. I fatti si sono svolti nella notte di mercoledì quando una gazzella dei Carabinieri di Cison di Valmarino in pattugliamento nella zona di Follina ha fermato per un controllo una BMW berlina sospetta con a bordo due uomini. Inizialmente i due avevano tentato la fuga in auto una volta accortisi che la pattuglia li stava osservando, ma di lì a poco sarebbero stati bloccati.

Una volta fatti scendere dall'automobile, subito i militari si accorgono degli abiti bagnati dei due uomini e del forte odore di nafta che emanano i loro abiti e di conseguenza chiedono di aprire il bagagliaio insospettiti dal loro atteggiamento. Il motivo del comportamento nervoso erano ben 125 litri di nafta contenuti in sei taniche di misure differenti.

Scortati successivamente in caserma, i due uomini inizialmente continuano a non collaborare finchè uno si dichiara disponibile ad accompagnare i carabinieri sul luogo del furto, che risulterà essere un'azienda in via Pezzolle a Pieve di Soligo. "Siamo stanchi dei furti, questo è solo l'ultimo di una lunga serie - dichiara il proprietario dell'azienda dove è avvenuto il fatto ai militari - abbiamo un ammanco dalla nostra cisterna di circa 300/400 litri, è un danno notevole". I carabinieri, in un secondo momento, hanno poi voluto ispezionare l'abitazione dei due albanesi e dai controlli sono risultate in un magazzino ulteriori taniche di nafta per mezzi agricoli, per una stima totale di 2mila euro per 600 litri di gasolio

Zio e nipote sono accusati di furto aggravato in concorso e sono in attesa del processo per direttissima. Nel frattempo le forze dell'ordine hanno già provveduto a mettere in sicurezza il magazzino dei due albanesi dove venivano stoccate le taniche, saturo di fumi pericolosi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Amazon, due nuovi depositi di smistamento nella Marca

Auto e moto

Cambio gomme invernali: scatta l'obbligo di montare le estive

Attualità

Malore fatale in piazza: addio al medico-pilota Csaba Gombos

Salute

A Monastier il nuovo hub vaccinale anti-Covid per le aziende venete

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento