rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Cronaca Breda di Piave

In tabaccheria con pistola e picozza: i due ventenni confessano e chiedono scusa

Scarcerati dal gip i due ragazzi che sabato sera hanno messo a segno il colpo all'interno di una bar tabaccheria, fuggendo con un bottino di 200 euro: disposto l'obbligo di dimora

BREDA DI PIAVE Hanno confessato e chiesto scusa, sostenendo di non sapere perchè hanno deciso di rapinare un bar tabaccheria a Breda di Piave. I due ventenni trevigiani, arrestati dai carabinieri dopo un'indagine lampo, sono comparsi di fronte al gip Bruno Casciarri per l'interrogatorio di convalida dell'arresto. Entrambi sono stati scarcerati con l'obbligo di dimora a Breda di Piave.

I fatti che hanno portato alla contestazione del reato di rapina aggravata in concorso si sono verificati sabato sera. Travisati entrambi con un passamontagna, i due verso le 22.45 hanno fatto irruzione nel bar tabaccheria armati di una pistola giocattolo senza il tappo rosso e di una piccozza da muratore facendosi consegnare dagli anziani proprietari il fondo cassa, circa 200 euro.

I giovani si sono poi dileguati prima a piedi e poi in sella a un ciclomotore, che avevano parcheggiato nelle vie adiacenti all’esercizio. Le immediate ricerche degli investigatori hanno permesso di intercettare uno dei due ragazzi mentre rientrava nella sua abitazione in sella allo scooter.

Alla vista dei militari, il 20enne ha tentato di lanciare via la pistola gettandola nell’erba; la mossa, tuttavia, non è sfuggita ai militari che sono riusciti a recuperarla, insieme a un passamontagna e a parte del denaro.

I successivi accertamenti hanno permesso agli uomini dell’Arma di identificare anche l’altro giovane complice che è stato trovato a casa. La perquisizione ha permesso il ritrovamento dell’altra parte del maltolto nonché della piccozza che era stata lanciata in un canale adiacente al teatro della rapina.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In tabaccheria con pistola e picozza: i due ventenni confessano e chiedono scusa

TrevisoToday è in caricamento