menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Grigoletto, Franzoso e Mazzon in conferenza stampa

Grigoletto, Franzoso e Mazzon in conferenza stampa

Cala il numero dei reati a Treviso, gratificanti i dati dalla Prefettura

Rispetto al periodo gennaio-maggio del 2012, quest'anno i dati riportano un forte calo di reati, furti e rapine nel capoluogo. In forte diminuzione anche gli accattoni e i fenomeni di danneggiamento.

TREVISO - Cala il numero dei reati generali nel capoluogo della Marca. A dirlo i dati presentati dalla Prefettura cittadina al Comitato per l'ordine e la sicurezza pubblica. Nello specifico, ridotti sono soprattutto il numero di furti e delle rapine (si passa dai 1576 reati nel 2012 a 1170 nel 2014 e da 847 furti nel 2012 a 657 nel 2014, con periodo di riferimento gennaio-maggio), ma anche quello dei danneggiamenti, che negli ultimi anni si vede dimezzato.

"Contrariamente a quanto dichiarato da alcuni componenti della minoranza, i dati sono chiari e mostrano una sostanziale riduzione dei reati - dichiara il vicesindaco e assessore alla sicurezza del Comune di Treviso Roberto Grigoletto - Tutto questo grazie al grande lavoro di sinergia e collaborazione tra le forze dell'ordine e al coordinamento della Prefettura".

I dati inoltre riportano come da febbraio ad oggi, le sanzioni per accattonaggio siano passate da 60 a 10 e l'assessore spiega così il risultato: "Dopo l'introduzione del foglio di via come misura di contrasto al fenomeno dell'accattonaggio abbiamo assistito ad una riduzione delle presenze e ad una contestuale riduzione delle sanzioni elevate". Continua quindi la battaglia alla criminalità locale nell'ottica di una "Treviso SafeCity".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Amazon, due nuovi depositi di smistamento nella Marca

Auto e moto

Cambio gomme invernali: scatta l'obbligo di montare le estive

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento