menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Condizionatori, allarme della Confartigianato: attenzione alle installazioni fai da te

"Attenzione quindi – dice il presidente del Gruppo Impianti– a chi ci si rivolge per installare o mantenere gli impianti. Ci si deve indirizzare sempre ad imprese abilitate e certificate"

TREVISO Gli impiantisti di Confartigianato Imprese Marca Trevigiana lanciano il monito. Con il gran caldo molte persone hanno acceso i propri condizionatori, magari dopo aver fatto un’accurata manutenzione e pulizia, altri ne hanno fatti installare di nuovi nelle proprie abitazioni. Il Ministero dell’Ambiente, anche quest’anno ha provveduto ad attivare delle verifiche nei confronti delle imprese che operano su impianti che contengono Fgas per accertarne la certificazione secondo la normativa e l’iscrizione nell’elenco pubblico camerale, consultabile via internet. I condizionatori rientrano tra i dispositivi che ne contengono. “Di fatto è ancora molto diffusa l’abitudine dell’installazione fai da te, soprattutto per quanto riguarda i condizionatori domestici – ricorda Luigino Da Dalt Presidente del Gruppo Impianti di Confartigianato Imprese Marca Trevigiana che conta oltre 1.300 imprese  – e la cosa desta non poca preoccupazione.”

E’ bene che tutti sappiano che la normativa sul corretto utilizzo dei gas refrigeranti ha come obiettivo primario la tutela dell’ambiente. Attraverso procedure e certificazioni in capo alle imprese che installano gli impianti e ne curano la manutenzione, la legge prevede sanzioni sia in capo alle aziende che operano negli impianti senza le suddette certificazioni, sia in capo agli utenti che fanno eseguire le installazioni e i controlli a persone ed imprese non in possesso della necessaria abilitazione e certificazione. “Attenzione quindi – conclude il Presidente del Gruppo Impianti di Confartigianato Imprese Marca Trevigiana – a chi ci si rivolge per installare o mantenere gli impianti. Ci si deve indirizzare sempre ad imprese abilitate e certificate secondo la normativa vigente (DM 37/08 e Fgas) a poter eseguire queste operazioni, sia per tutelare la propria sicurezza, nel rispetto dell’ambiente e, non meno importante, del proprio portafoglio!”

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Malore dopo la vaccinazione, 57enne ricoverato in ospedale

Giardino

Balconi fioriti: scopri le piante più scenografiche, i migliori vivai

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento