Venerdì, 14 Maggio 2021
Cronaca

Abbandono abusivo di rifiuti lungo il Torrente Erega ad Asolo: già individuati i responsabili

Per i trasgressori è subito scattata la sanzione di 600 euro, oltre alle spese di rimozione. Il sindaco Mauro Migliorini: "Si è trattato di un gesto incivile e inaccettabile"

Una foto dei rifiuti scoperti

ASOLO Nei giorni scorsi i Carabinieri Forestale sono riusciti a individuare i responsabili di un abbandono abusivo di rifiuti lungo il Torrente Erega a Pagnano d'Asolo. L’operazione è stata possibile grazie alla segnalazione del materiale abbandonato da parte di alcuni cittadini.

Il materiale recuperato dai Carabinieri Forestale, in collaborazione con l'Ufficio Ambiente del Comune, la polizia locale e Contarina S.p.A., ha ricondotto a tre persone residenti nel circondario di Asolo. Grazie alla ricostruzione fatta sui rifiuti abbandonati illegalmente (4 sacchi di rifiuti urbani, non pericolosi) e sui diversi elementi utili rinvenuti, è stato possibile capire chi fossero gli  autori del gesto ed è scattata quindi la sanzione di 600 euro, cadauno. I costi della rimozione, già avvenuta, verranno addebitati ai trasgressori.

Il contrasto all’abbandono dei rifiuti e l’azione di controllo e monitoraggio sono massimi - ha commentato il sindaco Mauro Migliorini - e l’impegno dell’Amministrazione comunale nel voler arginare e risolvere questo grave problema continua senza sosta. Questa circostanza dimostra quanto l’intervento e la partecipazione dei cittadini sia fondamentale. Ne approfitto per ringraziare i Carabinieri Forestale e la polizia locale per l'attività di controllo, che ha permesso di individuare i colpevoli di un gesto incivile e inaccettabile”.

Erega 2-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Abbandono abusivo di rifiuti lungo il Torrente Erega ad Asolo: già individuati i responsabili

TrevisoToday è in caricamento