Il cavalcavia perde i pezzi: ora spuntano i cartelli "caduta massi"

Dopo tre mesi il manufatto tra Strada Sant'Angelo e la tangenziale continua a perdere i pezzi. Acampora: "Ma se qualcuno ci resta secco il sindaco Manildo come pensa di cavarsela?"

TREVISO Sono passati quasi 3 mesi dalla mia prima denuncia del crollo di alcuni pezzi di cemento dal peso di 5-6 kg dalle pareti del cavalcavia della tangenziale in strada Sant'Angelo. Ancora nulla di fatto. Nonostante l'estrema pericolosità di questa situazione, Veneto Strade ancora non si è degnata di effettuare la necessaria manutenzione del manufatto, mentre l'Amministrazione di Treviso timida e dormiente non ha ancora "sbattuto i pugni sul tavolo" per costringere un intervento tempestivo da chi di competenza! Ma se qualcuno ci resta secco il Sindaco Manildo come pensa di cavarsela? Dopo le scarne transenne che delimitano l'area, oggi spuntano anche questi cartelli, giusto per lavarsi un po' la coscienza nel caso a qualcuno gli cadesse in testa un pezzo di cemento. Della serie "vi avevamo avvertiti"! UNA VERGOGNA!

Davide Acampora, consigliere comunale d'opposizione

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trovata in casa senza vita: albergatrice trevigiana muore a 63 anni

  • Scopre di avere un tumore, maestra d'asilo muore 5 giorni dopo

  • Allarme rosso per il livello del Piave: ordinati gli sgomberi delle golene

  • Travolto dal suo furgone mentre lo sta caricando, muore ambulante

  • Maltempo, sui social insulti contro i veneti alluvionati: «Ben vi sta»

  • Chiama la polizia per far multare le auto in sosta, ma alla fine a essere sanzionato è lui

Torna su
TrevisoToday è in caricamento