menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Truffe agli anziani, Acampora (Fratelli d'Italia): "Servono iniziative concrete da Ca' Sugana"

Il consigliere comunale ha presentato una mozione sul tema in collaborazione con il Comitato Pensionati Esasperati di Treviso: "Una campagna informativa e incontri pubblici"

TREVISO Il Consigliere Comunale di opposizione a Palazzo dei Trecento Davide Acampora, in collaborazione con il Comitato Pensionati Esasperati sezione di Treviso, ha depositato stamane presso gli uffici di Cà Sugana una mozione comunale con lo scopo di spronare l'Amministrazione di Treviso ad intraprendere delle iniziative concrete per combattere le truffe ai danni degli anziani. In particolare, la proposta chiede alla Giunta di adottare quanto prima i provvedimenti necessari al fine di promuovere, organizzare e sponsorizzare delle campagne di informazione sui più frequenti raggiri ai danni delle persone anziane messi in atto da finti appartenenti alle forze dell'ordine, assicuratori, avvocati e tecnici vari.

Nel documento firmato da Acampora si precisa che tali iniziative dovranno trovare concretezza attraverso incontri informativi gratuiti indirizzati principalmente alle persone anziane, da svolgersi con la collaborazione delle Forze dell'Ordine, delle comunità parrocchiali, delle associazioni e delle pro loco della città ma soprattutto coadiuvate dal Comitato Anti-Truffe già istituito dalla Prefettura di Treviso. Inoltre, queste assemblee pubbliche dovranno essere convocate a intervalli regolari per un determinato periodo di tempo nei luoghi più frequentati abitualmente dagli anziani, come per esempio nei centri anziani, nelle parrocchie, nelle chiese oppure nelle sedi circoscrizionali dislocate nei quartieri della città e dovranno essere pubblicizzate adeguatamente attraverso degli opuscoli divulgativi sul tema

"Sono molto preoccupato perchè le truffe ed i raggiri alle persone anziane, in particolare di natura finanziaria, stanno aumentando in maniera esponenziale su tutto il territorio nazionale ed in particolar modo nella nostra ricca provincia, soprattutto nel periodo estivo dove spesso e volentieri esse vengono lasciate da sole a casa mentre i figli e nipoti trascorrono le vacanze fuori città", ha commentato Acampora. 

"Per rendersi conto della crescita del fenomeno è sufficiente sfogliare la rassegna stampa quotidiana dove si possono leggere spesso casi di cronaca che vedono protagonisti anziani truffati da gente senza scrupoli che si spaccia per appartenenti alle forze dell’ordine, assicuratori, avvocati, tecnici del gas, dell’acqua, dell’energia elettrica, ufficiali giudiziari, etc., carpendo così la buona fede delle persone a cui sottraggono somme di denaro e preziosi, anche per valori ingenti. Le Istituzioni hanno il dovere di tutelare e proteggere le fasce più deboli della popolazione, per questo mi sono sentito in dovere di portare avanti questa importante iniziativa", ha concluso il Consigliere comunale.

Anche Ilario Del Bel, responsabile della sezione trevigiana del Comitato Pensionati Esasperati, espone tutta la sua preoccupazione per la questione: "la categoria degli anziani e pensionati è una delle categorie più deboli del tessuto sociale italiano, ad oggi vittime incolpevoli sia dell'attuale crisi finanziaria quindi di una evidente sproporzione del reddito pensionistico con l'attuale costo della vita, sia dell'imperante aumento della microcriminalità; il C.P.E. si augura che l'Amministrazione comunale di Treviso accolga questa proposta che non costa nulla per le casse del Comune ma che vale moltissimo per la vita degli anziani", ha concluso Del Bel.  Infine, il documento mette in evidenza anche le conseguenze psicologiche accusate delle vittime anziane derivanti da una truffa subìta, le quali possono avere una ricaduta sociale concreta su tutta la comunità. Infatti, come si legge tra le righe, "non sono per nulla isolati i casi in cui anziani si tolgono la vita oppure che entrano in stati depressivi permanenti dopo essere rimasti vittime di raggiri che gli hanno fatto perdere denaro e/o oggetti significativi frutto di una vita di lavoro e di ricordi".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Giardino

Balconi fioriti: scopri le piante più scenografiche, i migliori vivai

Attualità

«Perchè non è stata vaccinata anche mia moglie?»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento