rotate-mobile
Cronaca

Ascotrade sfila con le penne nere: energia per l'Adunata del Piave del prossimo maggio

L'azienda trevigiana ha sottoscritto un accordo di partnership con il C.O.A. per la fornitura energetica esclusiva per le strutture allestite in occasione dell'Adunata degli Alpini

TREVISO Sarà l’energia di Ascotrade ad accendere l’Adunata del Piave, in programma a Treviso dal 12 al 14 maggio 2017. L’azienda trevigiana di fornitura di gas e luce ha sottoscritto quest’oggi un accordo di collaborazione con il Comitato Organizzazione Adunata, con cui si impegna ad assumere il ruolo di principale sostenitore economico della manifestazione.

Ben oltre la sponsorizzazione, l’accordo prevede che Ascotrade sia il partner energetico ufficiale della manifestazione, con il compito di fornire energia elettrica alle varie strutture che saranno allestite in occasione dell’Adunata. L'erogazione di energia elettrica, in particolare, sarà garantita in 30 punti tra postazioni esterne e interne, compreso il Villaggio dell'Adunata all'interno delle mura cittadine. Per quanto riguarda l'esterno mura, la scelta verrà effettuata in accordo con il gruppo Logistico del COA tra le postazioni seguenti: 6 aree parcheggio pullman in grado di accogliere un totale di 2500 pullman, 65 aree per auto con 18 mila posti, 22 tendopoli in grado di accogliere 20.300 persone, 10 aree camper per 3.600 persone. Oltre a queste, ci sono poi le 65 palestre ubicate a Treviso e nei comuni limitrofi, con una capienza complessiva di 6.200 posti.

«Oggi diamo il via ufficiale ad un percorso di collaborazione che ci vedrà protagonisti della prossima Adunata Nazionale degli Alpini – commenta Stefano Busolin, presidente di Ascotrade – Abbiamo risposto con entusiasmo all’appello del COA, perché per Ascotrade l’Adunata degli Alpini ha non solo la forza dei grandi numeri, con i suoi 350mila visitatori previsti e un impatto economico di quasi 120 milioni di euro, ma soprattutto un inestimabile valore storico, culturale e sociale per il territorio della Marca Trevigiana: sarà la 90^ Adunata, la terza per Treviso, e si celebrerà a cento anni di distanza dal 1917, anno della disfatta di Caporetto e della ritirata fino alla sponda destra del Piave, da cui l’esercito italiano prese poi lo slancio per la fase finale della Grande Guerra. Sarà, appunto, l’Adunata del Piave, nome evocativo per migliaia di alpini di tutta Italia, che porteranno nella nostra città non solo il ricordo della storia, ma anche l’attualità dell’essere alpini, fatta di volontariato e spirito di gruppo».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ascotrade sfila con le penne nere: energia per l'Adunata del Piave del prossimo maggio

TrevisoToday è in caricamento