Aeroporto Canova paralizzato dalla nebbia: voli dirottati

La nebbia ha messo k.o. l'aeroporto "Antonio Canova" di Treviso. I voli sono stati dirottati verso gli scali di Venezia e Trieste, tra le proteste dei viaggiatori

Torna a splendere il sole sulla Marca, dopo la giornata di nebbia di ieri. Nebbia che ha paralizzato ancora una volta il rinnovato aeroporto “A. Canova”.

Sono serviti a poco i lavori di potenziamento della pista contro il muro bianco sceso sulla Marca. L’attività dello scalo trevigiano è stata interrotta già in mattinata, verso le 11, e i voli sono stati dirottati verso Venezia e Trieste. Ma le prime avvisaglie si erano avute la sera precedente, quando era stato cancellato uno dei voli in partenza.

E immancabilmente sono piovute le proteste e le polemiche dei viaggiatori, costretti a dirigersi in fretta e furia all’aeroporto “Marco Polo” di Tessera.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Remo Sernagiotto ricoverato al Ca' Foncello: «Condizioni disperate»

  • Zaia, nuova ordinanza: «Capienza ridotta in negozi e centri commerciali»

  • Malore improvviso al rifugio: 62enne muore tra le braccia della compagna

  • Metodo Bianchini: come perdere peso senza rinunce

  • Guida Michelin 2021: i ristoranti stellati nel trevigiano

  • Covid, nuova ordinanza di Zaia: «Riapriamo i negozi di medie e grandi dimensioni al sabato»

Torna su
TrevisoToday è in caricamento