rotate-mobile
Domenica, 2 Ottobre 2022
Cronaca

Al via in Vescovado il restauro della Sala del Capitolo e degli affreschi di Tomaso da Modena

Quindici giovani studenti, guidati dai propri docenti, si cimenteranno nell’opera di salvaguardia degli affreschi che sono diventati uno dei simboli dell’arte e della cultura di questa città

TREVISO L’evento, che darà inizio al cantiere didattico affidato alla Scuola di Alta Formazione e Studio dell’Istituto Superiore per la Conservazione ed il Restauro di Roma, vuol essere un’importante occasione per presentare alla cittadinanza il progetto di restauro del ciclo di affreschi di Tomaso da Modena, che verrà realizzato dal cantiere dell’Istituto nel quale 15 giovani studenti, guidati dai propri docenti, si cimenteranno nell’opera di salvaguardia degli affreschi che sono diventati uno dei simboli dell’arte e della cultura di questa città. Il ciclo tomasesco risalente al 1352 è custodito nella Sala del Capitolo dell'antico convento dei Domenicani di San Nicolò, attualmente Seminario Diocesano di Treviso. Esso raffigura quaranta personaggi illustri dell’Ordine Domenicano.

Negli ultimi cinque anni il Seminario e la Soprintendenza si sono impegnati molto nell’opera di restauro. Ora è necessario un ulteriore e definitivo intervento per ridare splendore agli affreschi e alla parte lignea della Sala nel suo complesso. Si intende coinvolgere istituzioni, realtà culturali e imprenditoriali, oltre a cittadini sensibili, in un significativo impegno di mecenatismo culturale che possa aiutarci a salvare un patrimonio che è di tutti, visitato ogni anno gratuitamente da migliaia di turisti provenienti da tutto il mondo. Saranno presenti il Rettore del Seminario, il Direttore dell’Ufficio diocesano dei Beni Culturali, i rappresentanti della competente Soprintendenza regionale e nazionale, rappresentanti istituzionali e politici, le associazioni e gli istituti culturali trevigiani.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Al via in Vescovado il restauro della Sala del Capitolo e degli affreschi di Tomaso da Modena

TrevisoToday è in caricamento