Soccorre un passante in strada: viene aggredita con un coltello

Nel pomeriggio di lunedì 15 giugno, tra Roncade e Silea, una donna è stata vittima di un pericoloso raggiro da parte di un uomo che, dopo aver finto un incidente, ha cercato di rapinarla

Quello che sembrava un banale incidente stradale si è rivelato un vero e proprio incubo per una signora di passaggio nella zona tra Roncade e Silea. Nel pomeriggio di lunedì 15 giugno l'auto guidata dalla donna è stata urtata volontariamente da un passante, gettatosi a terra.

Spaventata, la donna è subito scesa dall'auto per soccorrerlo. L'uomo, volto coperto dalla mascherina, è riuscito a convicerla a farsi dare un passaggio fino a casa, salendo nell'auto della donna con modi gentili e insospettabili. A quel punto però per la signora è iniziato l'incubo: il passante si è fatto portare in una strada sperduta e, all'improvviso, ha estratto dalla tasca un coltello. Nel tentativo di rapinare la donna è nata una collutazione tra i due e, prima che il malvivente riuscisse a scappare, la signora è rimasta lievemente ferita nell'aggressione. Immediata la denuncia ai carabinieri di Treviso e Roncade che hanno avviato le indagini sull'accaduto. A segnalare tra i primi il fatto è stato Cristian Demma, amministratore del gruppo Facebook: "Furti in corso" dove la notizia ha suscitato sdegno e preoccupazione tra le migliaia di iscritti alla pagina. L'autore dell'aggressione resta, per ora, a piede libero. L'invito ai residenti nella zona è quello di prestare la massima attenzione. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Remo Sernagiotto ricoverato al Ca' Foncello: «Condizioni disperate»

  • Zaia, nuova ordinanza: «Capienza ridotta in negozi e centri commerciali»

  • Guida Michelin 2021: i ristoranti stellati nel trevigiano

  • Covid, nuova ordinanza di Zaia: «Riapriamo i negozi di medie e grandi dimensioni al sabato»

  • Metodo Bianchini: come perdere peso senza rinunce

  • Schianto tra camion, chiuso il tratto Portogruaro-San Stino della A4

Torna su
TrevisoToday è in caricamento