Ragazza aggredita da tre uomini nel parcheggio del supermercato

Mattinata di terrore per una venticinquenne di Resana, aggredita da 3 uomini nel parcheggio della Lidl a Vedelago. La giovane è riuscita a fuggire in auto e a denunciare l'accaduto

La Lidl di Vedelago (Foto tratta da Google Immagini)

Stava mettendo in auto la spesa quando tre uomini l'hanno avvicinata nel parcheggio del supermercato e hanno iniziato a minacciarla e strattonarla. Una vera e propria mattinata da incubo quella vissuta mercoledì 5 dicembre da una ragazza di 25 anni residente a Resana.

L'aggressione, riportata da "La Tribuna di Treviso", è avvenuta nel parcheggio del supermercato Lidl in via Marconi a Vedelago. Erano da poco passate le 11 di mattina quando la giovane G.S. è arrivata nel market dove ogni settimana va a fare la spesa. Dopo aver pagato alle casse, la giovane si è subito diretta verso la sua auto ma qui è stata chiamata con insistenza da un uomo che ha iniziato a dirle dal finestrino della sua auto: «Tu vieni con me!» In un primo momento la venticinquenne non ha fatto caso all'uomo continuando a mettere via la spesa nel bagagliaio. Pochi istanti dopo però, alle spalle della ragazza sono arrivati due uomini che, iniziando a strattonarla, l'hanno minacciata dicendole: «Adesso tu vieni via con noi». A quel punto la giovane ha avuto il sangue freddo e la prontezza di riflessi per allontanare con il carrello i suoi due aggressori, buttare la borsa in auto e mettersi subito al volante. Colti di sorpresa, i due sconosciuti hanno provato a bloccarla prendendo a calci e pugni la carrozzeria del veicolo. Quando la giovane però ha ingranato la retromarcia e se n'è andata a tutta velocità, i due uomini sono saliti nell'auto del complice e hanno iniziato a inseguire la ragazza. Imboccata la statale 53 in direzione Fossalunga, la venticinquenne è riuscita a seminare i tre inseguitori e a denunciare l'accaduto ai carabinieri. Stando alle testimonianze della ragazza i tre uomini avevano un marcato accento straniero. Al momento dell'aggressione il parcheggio del supermercato era deserto ma è possibile che le videocamere di sorveglianza abbiano ripreso la scena dell'aggressione. Le forze dell'ordine sono al lavoro sulla vicenda.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Remo Sernagiotto ricoverato al Ca' Foncello: «Condizioni disperate»

  • Zaia, nuova ordinanza: «Capienza ridotta in negozi e centri commerciali»

  • Guida Michelin 2021: i ristoranti stellati nel trevigiano

  • Covid, nuova ordinanza di Zaia: «Riapriamo i negozi di medie e grandi dimensioni al sabato»

  • Una settimana di agonia dopo il malore, morto Remo Sernagiotto

  • Festa in casa con 42 persone, vicini chiamano i carabinieri

Torna su
TrevisoToday è in caricamento