rotate-mobile
Giovedì, 20 Gennaio 2022
Cronaca Centro / Via Roma

Aggressione di via Roma: il Comune vieta la vendita di alcol ad un bar

Per trenta giorni un bar della zona, di gestione cinese, non potrà somministrare o vendere alcol ad alcun cliente. Un provvedimento comunale voluto dopo i recenti fatti di cronaca

Una ordinanza di divieto alla vendita in qualsiasi forma di alcolici, il tutto per i prossimi trenta giorni. Questo l'ultimo provvedimento, firmato oggi dal sindaco Mario Conte, che ha colpito un bar con sala giochi di gestione cinese in via Roma. Una scelta, quella di Ca' Sugana, che segue gli ultimi fatti accaduti proprio in quel quadrante nelle scorse ore, quando un 50enne commerciante del posto è stato aggredito da una decina di extracomunitari non contenti di una chiamata alla polizia locale che l'uomo aveva fatto poco prima per segnalare una situazione di degrado. Uno di questi, stando alla denuncia presentata dall'uomo alla Questura di Treviso, lo avrebbe seguito fino alla macchina impugnando una bottiglia di birra dalla parte collo, mentre un secondo individuo, avvicinatosi da dietro le spalle, lo avrebbe minacciato apertamente: «Smettila di fare video e chiamare la polizia – gli avrebbe detto – se vuoi lavorare qui devi fare come diciamo noi».

Questo il commento del sindaco Conte: «In passato erano già accaduti altri gravi fatti simili in quel locale, ma non si era mai arrivati a questo livello di minacce, tanto che l’ordinanza adottata solo due mesi fa riguardava tutti i locali della zona. Purtroppo, però, i clienti si sono poi spostati. ln ogni caso, - continua il primo cittadino - il monitoraggio delle forze dell'ordine in tutto il quadrante è costante e i risultati, al di fuori di questo caso isolato, si vedono. Proprio per questo non voglio parlare di degrado, ma ogni segnalazione ci è utile e dunque continueremo a lavorare per rendere più sicura la zona di via Roma. Certi episodi, infatti, sono intollerabili e l'investire sulla sicurezza dei cittadini diventa così di fondamentale importanza, come anche il responsabilizzare i commercianti della zona. Difatti, se non sono in grado di gestire la loro clientela vuol dire che hanno sbagliato città dove lavorare».

Sull'episodio era subito intervenuto anche il coordinamento provinciale di Fratelli d'Italia. «L’amministrazione comunale - dice in una nota il vice coordinatore Fabio Crea, unitamente al presidente del circolo cittadino Gino Balbirot e al capogruppo in consiglio comunale Davide Visentin -  anche attraverso la polizia locale, ha fatto e sta facendo molto per il quadrante di Via Roma, ma la radicalizzazione della problematica, che sta spostando il problema dall’ordine pubblico alla sicurezza dei privati cittadini, necessita dell’intervento più organico del tavolo prefettizio del comitato dell’ordine e della sicurezza pubblica che recentemente è stato convocato per la partita Italia Inghilterra, argomento che obiettivamente pare meno urgente rispetto all’attuale situazione in determinate zone cittadine».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aggressione di via Roma: il Comune vieta la vendita di alcol ad un bar

TrevisoToday è in caricamento