rotate-mobile
Giovedì, 9 Febbraio 2023
Cronaca San Giuseppe / Via Daniele Monterumici

Alberto Angela a Treviso: il Teatro Eden preso d'assalto dai fan

Serata di successo per la presentazione del libro "San Pietro" scritto dal figlio di Piero Angela. Teatro pieno e code chilometriche all'esterno

TREVISO Una serata da record quella vissuta martedì sera dal Teatro Eden di via Monterumici a Treviso. Centinaia le persone che hanno atteso trepidanti al freddo, già a partire dalle 18.30, lo spettacolo dello storico romano Alberto Angela giunto a Treviso per presentare il suo nuovo libro "San Pietro" edito da Rizzoli.

Un viaggio di due giorni nella Marca trevigiana per il noto giornalista e divulgatore scientifico, con una prima presentazione (curata dalla Libreria Massaroi) al Cinema Hesperia di Castelfranco Veneto alle 15.30 di martedì e poi l'atteso incontro con i fan, assiepati lungo code chilometriche, al Teatro Eden. Mercoledì alle 11 sarà invece ospite dell'Auditorium Appiani per presentare la sua opera agli studenti del Liceo Classico Canova dopo che a febbraio era già stato ospite del Liceo Da Vinci. Martedì alle 20.45 erano però talmente tanti coloro che volevano presenziare all'evento che in moltissimi sono stati costretti a tornare a casa dopo ore di coda in quanto il teatro trevigiano si è riempito di appassionati in ogni ordine di posto in pochissimi minuti. 

Nota inoltre piacevole della serata è stata la presenza di diversi bambini e ragazzi, segno di come la storia sia ancora parte integrante della nostra cultura e di come utilizzando i canali giusti si possa farla apprezzare anche ai più giovani. In ogni caso l'anchorman Alberto Angela, durante la sua presentazione, ha voluto abbinare splendide illustrazioni a un racconto sorprendente, un viaggio senza pari nella storia di Roma che svela anche vicende poco note e curiosità inedite, il tutto facendo iniziare la narrazione nel I secolo d.C. quando l’apostolo Pietro venne crocifisso a testa in giù sul Vaticanum: qui c’era il circo di Nerone e, accanto, si stava sviluppando una vasta necropoli che sarebbe rimasta sepolta per secoli prima di tornare alla luce nel 1939: era l'attuale Basilica di San Pietro in Roma. "Se dovessimo raccontare la storia dell’umanità utilizzando dieci immagini, una di queste sarebbe certamente la Basilica di San Pietro: non solo è un luogo simbolo della cristianità, ma rappresenta la suprema sintesi di duemila anni di arte e scienza, creatività e potere" così l'autore ha voluto infine salutare il suo pubblico.

IMG_8683-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alberto Angela a Treviso: il Teatro Eden preso d'assalto dai fan

TrevisoToday è in caricamento