rotate-mobile
Cronaca Santa Maria del Rovere / Viale Vittorio Veneto, 27

Allarme bomba fuori dalla sede dei servizi sociali: trovato uno zaino sospetto

Martedì 17 agosto uno zainetto con all'interno cavi elettrici e la batteria di una moto è stato trovato da una passante in Viale Vittorio Veneto. Sul posto gli agenti della Questura, gli artificieri da Venezia, polizia locale e scientifica

Poco prima delle 8 di questa mattina, martedì 17 agosto, è scattato un allarme bomba in Viale Vittorio Veneto a Treviso. Una passante sui 55 anni ha notato fuori dalla sede dei Servizi sociali uno zaino abbandonato nel cortile da cui fuoriuscivano dei cavi elettrici. Temendo si potesse trattare di un possibile ordigno esplosivo la donna ha subito dato l'allarme al 113.

Pochi minuti più tardi gli agenti della Questura di Treviso si sono precipitati sul posto chiedendo supporto agli artificieri di Venezia. Quest'ultimi hanno utilizzato un apposito robottino per aprire lo zaino sospetto. Dall'intervento è emerso che i fili elettrici erano collegati alla batteria di una moto ma l'ordigno artigianale era del tutto innocuo e non avrebbe potuto esplodere. L'intervento si è concluso poco dopo le 10 di mattina ma in Viale Vittorio Veneto sono state due ore di grande apprensione, in particolare per i dipendenti dei Servizi sociali arrivati a lavoro proprio nei minuti in cui era in corso l'intervento. Presenti anche gli agenti della polizia locale di Treviso e gli uomini della polizia scientifica. La situazione è tornata alla normalità in tarda mattinata e gli agenti della Questura hanno aperto le indagini sul caso: l'ipotesi al momento più accreditata è che si sia trattato di un atto dimostrativo o intimidatorio nei confronti dei Servizi sociali. Sarebbe da escludere, invece, l'ipotesi che lo zaino sia stato abbandonato per sbaglio nel cortile dell'edificio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Allarme bomba fuori dalla sede dei servizi sociali: trovato uno zaino sospetto

TrevisoToday è in caricamento