menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Allarme furti nella Marca, cittadini sul piede di guerra: ormai se ne contano 100 al mese

Corre, giorno dopo giorno, l'allarme sui social. In tutta la provincia, infatti, sono già molte le ronde organizzate per tutelare al meglio il territorio

Non c'è pace nella Marca. Se guardiamo, infatti, agli ultimi numeri in riferimento ai colpi dei ladri in tutto il trevigiano si ottiene un totale di circa 100 raid al mese, una trentina solo nel capoluogo. Un dato importante, commentato nelle scorse ore anche dal Procuratore della Repubblica di Treviso, Dalla Costa: «Bene vigilare, ma niente colpi di testa». I cittadini, esasperati dai continui furti, si stanno difatti organizzando un po' ovunque con ronde volontarie per controllare in autonomia i quartieri e dare così un valido supporto alle forze dell'ordine in servizio, soprattutto durante i weekend e le festività, e al Controllo di vicinato. Non solo ronde, però, ma anche segnalazioni 24/24 h nei gruppi social più rilevanti e all'interno di apposite chat create ad hoc in Telegram. 

Un sistema che sembra funzionare, ma che ovviamente non può risolvere il problema alla radice, tanto che tra gli ultimi colpi messi a segno si possono citare due casi particolari. Il primo è avvenuto in un'abitazione a Codognè giovedì sera, in via Mazzini, durante i festeggiamenti per la Festa della Madonna della Salute. In questo caso i ladri sono entrati in casa da una finestra, rovistando poi ovunque finché non si sono accorti di una cassaforte nel muro. A quel punto, grazie ad un piccone, hanno divelto la stessa dal muro per poi caricarla in auto e fuggire lontano. Non felici del colpo messo a segno, come riporta "il Gazzettino", probabilmente gli stessi ladri il giorno dopo hanno colpito anche in via XXIV Maggio, via Ongaresca e via Strada Bassa.

A Volpago del Montello, invece, alcuni malviventi avrebbero spezzato a bastonate le zampe ad un Cane Corso a guardia di un'abitazione lungo la Presa XI del Montello. Dopo aver asportato diverso materiale dalla casa, i ladri sono poi scappati a bordo di una Bmw, auto spesso segnalata nelle ultime settimane come mezzo di trasporto di questa banda che ormai da mesi sta mettendo a soqquadro l'intera provincia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento