menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Allarme polveri sottili a Treviso: Ascotrade convoca i sindaci dei comuni della Marca

L’azienda del Gruppo Ascopiave convoca i sindaci dei comuni della provincia di Treviso a un incontro dedicato al progetto “Efficienza a km0”, per la sostituzione delle vecchie caldaie

PIEVE DI SOLIGO- Ascotrade continua la campagna di sensibilizzazione sul tema dell’inquinamento da riscaldamento domestico e questa volta chiama in causa i primi cittadini della Marca. L’azienda di fornitura di gas e luce appartenente al Gruppo Ascopiave la scorsa settimana ha infatti inviato ai sindaci dei 95 comuni della provincia di Treviso l’invito a partecipare ad un incontro, che si terrà venerdì 5 febbraio nella sede di Pieve di Soligo, dedicato al progetto “Efficienza a km0”, con il quale Ascotrade incentiva in tutta la Marca la sostituzione delle vecchie caldaie inquinanti con impianti di nuova generazione, a basso consumo e a ridotto impatto ambientale.

"Abbiamo deciso di coinvolgere i sindaci del territorio – afferma Stefano Busolin, presidente di Ascotrade – perché vogliamo metterli nelle condizioni di trasmettere ai cittadini l’importanza di questo progetto. Cambiando una sola caldaia, infatti, si tagliano mediamente di una tonnellata le emissioni di CO2 nell’aria. Questo è un dato di particolare interesse per le stesse amministrazioni comunali, in particolare quelle che hanno sottoscritto il Patto dei Sindaci, il protocollo dell’Unione Europea con cui i comuni si impegnano a ridurre del 20% le emissioni di CO2 entro il 2020. Sostituire tante caldaie contribuirebbe significativamente al raggiungimento di questo obiettivo"

Il progetto, realizzato in collaborazione con le associazioni artigiane, CNA, Confartigianato e Casartigiani, e le sei banche di credito cooperativo della provincia di Treviso, offre ai cittadini trevigiani l’opportunità di rinnovare l’impianto di riscaldamento della propria abitazione, usufruendo di un finanziamento a tasso molto agevolato (oltre alle detrazioni fiscali del 65% previste dal governo per le ristrutturazioni energetiche) e della consulenza e la manodopera di imprese locali selezionate.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cura della persona

Il taglio capelli dell'estate 2021? È il little bob

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento