Cronaca Centro

Tre allarmi bomba: evacuati tribunale,Giorgi e Comune

Allarmi bomba nella Marca. Questa volta una chiamata anonima ha avvisato della presenza di ordigni in Comune, in Tribunale e al Giorgi

L'area chiusa ai passanti (Foto da Facebook)

TREVISO - Tre allarmi bomba in una sola mattinata. Continuano le telefonate anonime a Treviso dopo i falsi allarmi lanciati nelle ultime settimane tra il tribunale e l'aeroporto. Lunedì mattina una chiamata ai carabinieri di Castelfranco Veneto ha segnalato la presenza di ordigni in tre luoghi cruciali del capoluogo: il tribunale, il Comune (Ca' Sugana e palazzo Rinaldi) e l'istituto superiore Giorgi.

L'allarme ha fatto scattare immediatamente l'evacuazione di tutti i cinque immobili interessati. Il personale si è riversato all'esterno in attesa dell'intervento delle forze dell'ordine. Come previsto dalle procedure, sono stati fatti intervenire gli artificieri e i reparti cinofili per scongiurare la possibilità che potessero essere realmente presenti delle bombe. All'ora di pranzo gli investigatori erano ancora sul posto per le verifiche del caso. Il sospetto è che si abbia a che fare con un mitomane. La polizia sta lavorando per cercare di rintracciare l'autore delle telefonate anonime, che potrebbe essere lo stesso che nei giorni scorsi aveva annunciato la falsa presenza di ordigni all'interno di un aero che sarebbe dovuto decollare dall'aeroporto Canova di Treviso.

Il primo edificio ad essere stato sottoposto a tutte le verifiche è stato il tribunale che, nel primissimo pomeriggio, ha potuto tornare all'operatività. Gli artificieri si sono dunque spostati in municipio a Treviso, in centro storico, per controllare tutta l'area. L'allarme bomba è rientrato intorno alle 14.30. “Un dispendio di energie e di denaro pubblico pazzeschi. L’episodio di lunedì mattina è inaccettabile soprattutto perché ingiusto nei confronti della collettività – ha dichiarato il sindaco di Treviso, Giovanni Manildo - Spero davvero che gli autori di questi procurati allarmi vengano presi al più presto. Devo ringraziare gli assessori e i dipendenti del Comune di Treviso che hanno continuato a lavorare anche fuori dalle sedi comunali, ricevendo i cittadini nelle piazze. I dipendenti anno affrontato questa emergenza con grande serietà. Grazie infine alle forze dell’ordine, ai carabinieri e alla polizia locale, che subito sono intervenuti per fare fronte all’emergenza”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tre allarmi bomba: evacuati tribunale,Giorgi e Comune

TrevisoToday è in caricamento