Cronaca

Dramma sfiorato sulle Dolomiti: sale slegato sulla via Alverà ma precipita per 30 metri

L'uomo, a causa dei politraumi riportati nella caduta, è stato trasportato in urgenza all'ospedale Ca' Foncello. L'amico di cordata è invece sceso con l'aiuto dei soccorritori

Dramma sfiorato sulle Dolomiti domenica verso le ore 10 quando un alpinista è stato visto precipitare per una trentina di metri tra le rocce di un ghiaione. L'uomo, il 36enne tedesco F.K., stava infatti risalendo la via Alverà di Cortina insieme ad un amico ma ad un certo punto ha perso l'equilibrio ed è caduto verso valle. A peggiorare la situazione, poi, il fatto che non fosse in alcun modo legato, ma bensì in ascesa libera. A causa quindi della caduta, il 36enne è rimasto a terra con numerosi politraumi e per questo è dovuto intervenire immediatamente l'elisoccorso di Pieve di Cadore ed il reparto Sagf della Guardia di Finanza che si trovava in zona per fare assistenza alla gara Delicius Trail. In ogni caso, una volta fatti sbarcare sul posto i soccorritori, l'uomo è stato poi issato a bordo con un verricello di 40 metri e portato all'ospedale Ca' Foncello di Treviso dove si trova ora ricoverato in prognosi riservata ma non in pericolo di vita. Gli agenti del Sagf hanno invece aiutato l'amico a calarsi dalla montagna in sicurezza per poi tornare con lui a valle.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dramma sfiorato sulle Dolomiti: sale slegato sulla via Alverà ma precipita per 30 metri

TrevisoToday è in caricamento