rotate-mobile
Sabato, 22 Giugno 2024
Cronaca Put

K3, la Procura chiede 28 anni per Sorroche: gli anarchici bloccano il Put

Sabato 11 giugno, nel giorno della nuova udienza contro Juan Antonio Sorroche Fernandez, un'ottantina di manifestanti ha bloccato il traffico poco dopo le 13. Sul posto polizia e polizia locale

Put di Treviso bloccato dagli anarchici: sabato mattina, 11 giugno, un corteo non autorizzato composto da quasi un'ottantina di manifestanti, ha mandato in tilt il traffico dall'incrocio tra via Verdi e viale Trento e Trieste fino alla stazione dei treni.

Motivo della contestazione la nuova udienza contro l'anarchico spagnolo Antonio Sorroche Fernandez, accusato di essere l'autore dell'attentato al K3 di Villorba, sede della Lega trevigiana. Per gestire la viabilità lungo il Put sono dovute interveniree alcune pattuglie della polizia locale oltre agli agenti della Questura. Identificati buona parte dei presenti che rischiano ora una denuncia (manifestazione non autorizzata o interruzione di pubblico servizio) per i disagi provocati dalla loro protesta. Grazie all'intervento delle forze dell'ordine la situazione lungo il Put è tornata alla normalità già verso le 13.45 senza ulteriori disordini.

WhatsApp Image 2022-06-11 at 14.19.07 (1)-2

Il processo

Ventotto anni di carcere la richiesta presentata dai magistrati Roberto Terzo e Alessia Tavarnesi della Procura distrettuale di Venezia ai giudici della Corte d'Assise di Treviso nei confronti di Antonio Sorroche Fernandez, l'anarchico spagnolo di 45 anni recluso nel carcere di Terni e finito a processo per l'attentato al K3 di Villorba, sede trevigiana della Lega, risalente all'agosto del 2018. Sabato è stato il turno dell'accusa con i magistrati che hanno presentato alla corte, composta da due giudici togati e sette giudici popolari, le richieste di condanna. Sorroche è stato prosciolto dal capo d'imputazione per il reato di strage, per l'assenza di prove certe che gli ordigni potessero provocare più vittime mentre sono stati chiesti ben 26 anni e 8 mesi per il reato di attentato a fini terroristici ed eversivi e per atti terroristici con l'utilizzo di ordigni micidiali ed esplosivi (con l'aggravante del voler colpire le forze dell'ordine) e per fabbricazione di ordigni esplosivi. Il conteggio finale arriva a 28 anni tenendo conto della continuazione dei reati e della recidiva. Tra meno di una settimana, sabato 18 giugno, sarà il turno della difesa, rappresentata dall'avvocato Giampiero Mattei mentre il 2 luglio si terrà l'udienza al termine della quale potrebbe essere emessa la sentenza di primo grado.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

K3, la Procura chiede 28 anni per Sorroche: gli anarchici bloccano il Put

TrevisoToday è in caricamento