rotate-mobile
Cronaca

Parla l'ex fidanzata di Andrea: "Spero si riesca a capire quel che è successo"

Giulia Stiffoni è stata per tredici anni legata al 33enne trovato morto domenica notte all'ex mangimificio della Restera: "Ci siamo sentiti l'ultima volta una settimana fa"

TREVISO "Fino a quando è stato con me non ha avuto nessun problema, ci siamo lasciati ormai tre mesi fa ma continuavamo a sentirci sempre, l'ultima volta una settimana fa, di domenica". Con la voce rotta dalle lacrime Giulia Stiffoni commenta la tragica morte di Andrea Dorcich, il 33enne trevigiano trovato morto sabato notte all'interno dell'area dell'ex mangimificio lungo la Restera, a Silea. I due sono stati legati da un lungo rapporto sentimentale durato per ben 13 anni e per Giulia queste sono ore di grande dolore. "Non ho idea di cosa possa essere successo -dice Giulia- spero che riescano a capire quel che è successo". Sei già stata sentita dagli inquirenti? "Non ancora". Poche settimane fa Andrea era stato trovato in stato confusionale in viale Monfenera e riportato a casa dalla polizia. Te lo aveva confidato? "L'ho appreso anch'io dai giornali". Si parla di "cattive compagnie" in queste ore? "Non lo so e ora non ne voglio parlare".

Giulia, nipote dell'ex senatore leghista Stiffoni, ha dedicato ad Andrea un breve video che aveva preparato per il loro dodicesimo anniversario insieme e che ha pubblicato su Facebook.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parla l'ex fidanzata di Andrea: "Spero si riesca a capire quel che è successo"

TrevisoToday è in caricamento