Castelcucco: blitz degli animalisti contro la festa del cacciatore

I militanti mercoledì notte hanno affisso uno striscione con la scritta: "L'unica festa buona è quella del vostro funerale"

CASTELCUCCO Già a luglio del 2011 i militanti di Centopercentoanimalisti avevano assediato per oltre due ore una “cena sociale” dei cacciatori di Castelcucco. “Quella volta – spiegano – rimasero asserragliati nell’osteria “Da Besse”, senza aver il coraggio di mettere fuori il naso, mentre i nostri militanti gridavano loro di tutto e di più”. Quest’anno, in occasione della “Festa del cacciatore”, con menù a base di cinghiale e quaglie, un nuovo blitz degli animalisti.

“Cosa abbiano da festeggiare questi uccisori di animali inermi, questi vandali distruttori della natura, non lo sappiamo – lamentano gli animalisti -. La caccia è un’attività deleteria, pericolosa, sadica”. E così nella notte tra martedì e mercoledì i militanti, come primo atto di “partecipazione” alla festa del cacciatore, hanno affisso, in località San Bortolo a Castelcucco, sotto la pioggia battente, uno striscione diretto ai cacciatori e due manifesti, rispettivamente uno di liberazione animale e uno con l’icona dei cacciatori, Pietro Pacciani.

“L’unica festa buona è quella del vostro funerale”, recita lo striscione preparato dagli animalisti. “Noi ai cacciatori possiamo solo dire: “Vergogna” – concludono -. Quando finalmente la caccia verrà proibita, avremo fatto un grande passo verso la civiltà”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Camion con mucche e tori si rovescia, caos sulla bretella

  • Adriano Panatta sposa a 70 anni l'avvocato trevigiano Anna Bonamigo

  • Covid-19, in quarantena una classe del Leonardo da Vinci e una della materna di Cimadolmo

  • Truccavano gli esami di guida, autoscuola trevigiana nella bufera

  • Eletto "il Babbo più Bello d'Italia 2020", premiato anche un papà trevigiano

  • Diocesi di Treviso, nominati i nuovi sacerdoti della provincia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento