Festa d'Estate 2018: Arianna Antinori e Phil Palmer accendono Vascon!

E’ il musicista con cui tutti i grandi big della musica mondiale hanno voluto affiancarsi almeno una volta, che fosse per una produzione o per un tour mondiale avere a disposizione la sua chitarra

CARBONERA E' partita la 31esima edizione della Festa d'Estate. Mercoledì sera il palco di Vascon ha ospitato la calda e vellutata voce blues di Big Daddy Wilson. Questa sera, giovedì 21 giugno, tocca ad Arianna Antinori accompagnata da un ospite davvero speciale, ovvero la mitica chitarra di Phil Palmer. La serata sarà un’esplosione di Rock anni '60 e '70 in puro stile Antinori, passando dalle cover intramontabili di Janis Joplin, Led Zeppelin e Beatles, al primo disco "AriannAntinori" fino alla presentazione del nuovo disco "Hostaria Cohen" prodotto da Mauro Paoluzzi, arricchito da una potente band di 6 elementi con special guest Phil Palmer.

E’ il musicista con cui tutti i grandi big della musica mondiale tra cui Tina Turner, Elton John, Lucio Battisti hanno voluto affiancarsi almeno una volta, che fosse per una produzione o per un tour mondiale avere a disposizione la sua chitarra è sempre stato sinonimo di eccellenza. E’stata la chitarra con cui Mark Knofler e i Dire Straits hanno voluto fare il giro del mondo. Eric Clapton lo presentava dicendo "non ho mai sofferto d'invidia ma avrei voluto che Dio desse a me il suo talento e le sue mani".

A scaldare la serata - se mai ce ne fosse bisogno... - aprirà il palco Sin Martin and the Italian Two. Spaziando dal blues al funk con arrangiamenti originali e personali, ricerca e grande cura per il suono, questo progetto ha come protagonista il mood e il sound trascinante degli anni '70.  Sim Martin ha selezionato alcuni dei pezzi più interessanti di questo decennio dove blues, soul e funk sono mescolati ad atmosfere rock. Con grande rispetto per le loro origini, i pezzi sono interpretati e suonati con energia e passione e arrangiati in coinvolgenti performance musicali libere dagli schemi grazie anche alle più consolidate e affiatate sezioni ritmiche del trevigiano Stefano Andreatta al basso e Accio Nicola Ghedin alla batteria. Come sempre il festival è rigorosamente a ingresso gratuito.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scomparsa da tre giorni: Giorgia ritrovata a Napoli nella notte

  • Da oltre 24 ore non si hanno più notizie di Giorgia: mobilitati i social per ritrovarla

  • Tragico schianto fuori strada, muore automobilista

  • Questa sciatica mi uccide!

  • Scontro tra quattro auto lungo la Circonvallazione est, muore una 56enne

  • Coronavirus, attenzione al massimo anche in Veneto

Torna su
TrevisoToday è in caricamento