Domenica, 16 Maggio 2021
Cronaca

Falsi tecnici dell'acquedotto truffano anziana a Montebelluna

I due, di bell'aspetto e sui 30anni, avrebbero rubato con una scusa denaro, monili e documenti da una delle stanze di casa

MONTEBELLUNA - Si sono presentati vestiti tutti eleganti, con tesserini di riconoscimento dell'acquedotto comunale e attrezzatura specifica per controllare le tubature e i tombini di casa, fuggendo però poco dopo con un ingente bottino.

Si tratta di due trentenni di bell'aspetto che venerdì mattina si sono recati a piedi a Montebelluna presso l'abitazione di un'anziana della zona facendosi poi aprire il cancello spacciandosi per impiegati del Comune in servizio per controllare i livelli dell'acqua nei tubi della casa. L'anziana, fidandosi ciecamente dei due uomini, ha così fatto entrare nella propria abitazione il duo che ha iniziato subito le finte rilevazioni del caso. 

Dopo pochi minuti però uno dei due ragazzi con una scusa si è allontanato dalla donna addentrandosi così per le stanze della signora, rubando documenti, denaro e monili ovunque ne trovasse. Una volta raccolto il bottino, i due falsi tecnici si sono allontanati per poi fuggire via e raggiungere probabilmente un'auto posteggiata poco distante. La donna però, preoccupata per l'atteggiamento dei due trentenni, è subito rientrata in casa scoprendo l'ammanco e rimanendo fortemente sotto choc. Solo con l'arrivo della figlia e la successiva denuncia ai carabinieri la signora è riuscita a calmarsi. In ogni caso si tratterebbe dell'ennesimo episodio simile nella zona negli ultimi giorni e perciò le forze dell'ordine chiedono di fare molta attenzione a chiunque si presenti al proprio campanello.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Falsi tecnici dell'acquedotto truffano anziana a Montebelluna

TrevisoToday è in caricamento