Riapre a Montebelluna il percheggio del comparto 5: 147 posti auto per i cittadini

"Dopo una lunga e sofferta trattativa torna in funzione il parcheggio diventano di uso pubblico, con logiche del tutto diverse rispetto al passato" afferma il sindaco, Marzio Favero

MONTEBELLUNA A partire dalla giornata di venerdì è tornato in funzione a Monteblluna il parcheggio del comparto 5, a due anni dalla sospensione dell’attività, ma con profondissime novità. Nei primi anni di apertura la situazione era di totale assenza di regole poiché nessuna convenzione era stata sottoscritta. Non si trattava pertanto di parcheggio privato ad uso pubblico, bensì di una proprietà privata lasciata aperta al pubblico: un luogo, quindi, non ispezionabile persino alla polizia locale.

Mentre i costi della gestione e della sorveglianza rimanevano in capo ai privati, ovviamente recalcitranti ad assumersi oneri derivanti da un uso da parte di terzi. Mancava totalmente il controllo degli accessi e progressivamente il parcheggio è finito col diventare il dormitorio notturno per alcuni sbandati. Una situazione a cui l’attuale amministrazione comunale ha deciso di porre termine rivedendo il rapporto con soggetti privati. La trattativa si è rivelata complessa per le problematiche interne e un’organizzazione condominiale che nel frattempo aveva visto cambiare una serie di attori e di proprietari.

Nell’ottobre scorso è stato siglato l’accordo dal notaio che passa la gestione al comune in cambio della cessione da parte del privato dei 20 posti auto a loro riservati e dei 50 concessi in prelazione agli stessi. Ciò significa che tutti i 147 stalli diventano di uso pubblico. L’accesso altresì ha comportato l’impegno dei privati di installare il sistema di videosorveglianza presso tutti gli accessi del parcheggio secondo le scelte tecnologiche indicate dalla polizia locale.

Il sistema è in rete con la videosorveglianza tanto dei vigili che dei carabinieri. Il passaggio all’uso pubblico consentirà le ispezioni in qualsiasi momento del giorno e della notte da parte delle forze dell’ordine, della polizia locale e della vigilanza privata. La gestione del parcheggio è stata messa in affidamento con la gara per la gestione della pubblicità e dei parcheggi affidata ad Abaco srl. In questi giorni sono stati completati i lavori di ripulitura, di chiusura dei vani accessori, l’installazione della biglietteria, delle barre di accesso e del segnalatore digitale esterno che indica il numero di posti liberi.

Poiché la gestione del parcheggio comporta oneri di pulizia, di manutenzione e di controllo, si è introdotto – come normalmente avviene per tutti i parcheggi interrati - una tariffa, fissata però a prezzi molto popolari: 1 euro ogni due ore; 4 euro per la notte (dopo le 22.00). Il parcheggio sarà accessibile in entrata dalle 7.00 alle 22.00 ed in uscita per tutte le 24 ore.

Il parcheggio è stato riaperto venerdì e per il week end sarà possibile staccare il biglietto gratuitamente per consentire agli utenti di familiarizzare con la nuova gestione. “Dopo una lunga e sofferta trattativa – spiega il sindaco, Marzio Favero – torna in funzione il parcheggio del comparto 5 ma con logiche del tutto diverse rispetto al passato: l’introduzione del sistema di videosorveglianza, l’indicazione esterna dei posti liberi, la possibilità di ispezione da parte della Polizia Locale e delle forze dell’ordine durante la notte ed il giorno, ma anche maggior cura nella gestione delle pulizie.

"La tariffa è minima, in modo da agevolare l’utilizzo degli stalli per chi ha bisogno di raggiungere il centro o le attività commerciali dell’area. Il prossimo passo sarà quello di procedere con la soppressione dello sbarramento tra piazza Oberkochen e via Silvio Pellico al fine di migliorare il collegamento tra la zone di Corte Maggiore ed il centro città”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Fossalunga, imprenditore e padre di due figlie trovato morto

  • Incubo finito, Letizia rintracciata a Piacenza

  • Uccisa a Capo Verde: sui social una raccolta fondi per aiutare i figli

  • Cade dallo slittino, batte la testa e muore in ospedale a 19 anni

  • Lego in mostra a Treviso: migliaia di mattoncini per una città ecosostenibile

  • Chiede al bar gratta e vinci per 400 euro: non vince nulla ed esce senza pagare

Torna su
TrevisoToday è in caricamento