Cronaca

Treni, Arena: "La Regione rilanci la metropolitana di superficie"

Il sindaco di Mogliano Veneto nel giorno della manifestazione dei pendolari a Preganziol: "Già in passato chiesi l'intervento della Regione"

La stazione di Mogliano Veneto

MOGLIANO VENETO  "Già in campagna elettorale avevo chiesto più volte all'allora assessore regionale alla Mobilità e Trasporti Renato Chisso di venire in stazione a Mogliano e scambiare quattro chiacchiere con gli utenti durante l'ora di punta. Purtroppo ne Chisso nè la Regione si sono mai preoccupati di verificare lo stato delle cose e hanno replicato che tutto, a loro avviso, andava bene, che l'orario cadenzato avrebbe risolto ogni problema che nel 2015 ci sarebbe stata una gara per cambiare il gestore". Il sindaco di Mogliano Veneto, Carola Arena, nel giorno della manifestazione di Preganziol, promossa dai comitati dei pendolari costretti a patire i disservizi della tratta ferroviaria Venezia – Treviso, interviene con determinazione.

“Purtroppo è passato quasi un anno e nulla è cambiato, anzi le cose, se possibile, sono anche peggiorate. Nel frattempo non si sente nemmeno più parlare di Metropolitana Regionale di Superficie e di Stazione a Marocco; così tutti i bei discorsi sulla mobilità sostenibile e sulla conseguente riqualificazione viabilistica del Terraglio, si sono sciolti come neve al sole.”

“La situazione – conclude il Sindaco di Mogliano – non può assolutamente essere ulteriormente tollerata. Proprio per questo intendo chiedere un incontro, già nei prossimi giorni, ai sindaci dei comuni contermini e ai comitati che rappresentano gli utenti della tratta ferroviaria per costruire, insieme, un calendario di azioni capaci di ottenere maggiore attenzione dalla Regione Veneto, per migliorare radicalmente il servizio e per chiedere che il Servizio Metropolitano Regionale sia riavviato con assoluta determinazione e con tempi di realizzazione certi.”  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Treni, Arena: "La Regione rilanci la metropolitana di superficie"

TrevisoToday è in caricamento