Provincia di Treviso in lutto: addio all'architetto Francesca Susanna

Aveva 59 anni, una malattia incurabile non le ha lasciato scampo. Era responsabile dell’Ufficio Beni Culturali in Provincia. Lascia un marito e un figlio. Venerdì i funerali

In foto: l'architetto Susanna (Immagine tratta da Facebook)

La Provincia di Treviso ha perso uno dei suoi più validi collaboratori. Vinta da una malattia incurabile, l'architetto Francesca Susanna si è spenta all'età di soli 59 anni durante la mattina di Pasqua.

Professionista di grande cultura e disponibilità, si era laureata in architettura a Venezia nel 1982. Dopo gli inizi in Regione, dal 1988 al 2000 era stata responsabile dell’Ufficio Beni Ambientali, e dal 2000 ad oggi, responsabile dell’Ufficio Beni Culturali della Provincia di Treviso. Incarichi svolti sempre con grande dedizione e professionalità. Dall'unione con il marito Jego Bortoletto era nato il figlio Carlo, 29 anni. Una vita, quella dell'architetto Susanna, ricca di soddisfazioni personali e professionali. Due anni fa però la terribile scoperta della malattia. Dopo le prime cure sembrava che il tumore fosse stato debellato e, per festeggiare la splendida notizia, l'architetto Susanna aveva organizzato una cena speciale con parenti e amici nel suo ristorante del cuore. Proprio quando il peggio sembrava passato però, la malattia è tornata a presentare il suo conto amarissimo fino a quando, un mese fa, la chemioterapia ha iniziato a non fare più effetto. Da quel momento in avanti l'architetto Susanna ha accettato il suo destino con grande forza d'animo e positività, cercando di godersi fino all'ultimo giorno le gioie della vita. Amici e parenti le facevano spesso visita e l'accompagnavano, anche in carrozzina, per le vie del centro di Treviso o a vedere il mare nella sua amata laguna veneta.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'ultimo sogno era quello di riuscire a vedere i sassi di Matera ma purtroppo non è riuscita ad andarci. La mattina di Pasqua il suo cuore ha smesso di battere nel letto di casa, circondata dall'amore della sua famiglia. Carlo Rapicavoli, direttore dell’Anci, suo grande amico e collega la ricorda con queste parole: «Ho lavorato con lei direttamente nei primi anni come dirigente del Settore Gestione del Territorio e nell'ultimo periodo, dopo il riordino delle funzioni, per le funzioni delegate in materia di cultura. Ma la collaborazione reciproca non è mai mancata. Era un punto di riferimento per tutti i colleghi dell’ufficio e per l’amministrazione; innumerevoli i progetti e le iniziative realizzate negli anni grazie alla sua competenza e al suo costante impegno. Ci mancherà moltissimo». Non appena la notizia ha iniziato a diffondersi in città sono state tantissime le persone che hanno voluto rivolgere un pensiero e un messaggio di vicinanza ai familiari dell'architetto Susanna. I funerali saranno celebrati, con grande probabilità, venerdì pomeriggio, 26 aprile, nella chiesa di Santa Maria Maddalena, nel cuore di Treviso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gioca al Lotto e vince 165mila euro centrando una quaterna

  • E' morto Tommaso, il bimbo di Dosson schiacciato da un cancello

  • Ex Caserma Serena: 133 migranti positivi al test del tampone

  • Disperate le condizioni del bimbo schiacciato da un cancello scorrevole

  • Cancello scorrevole si stacca e travolge bimbo di quattro anni, grave in ospedale

  • Coronavirus, Zaia: «In Veneto misure prorogate fino al 15 ottobre»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento