menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Giornata della Memoria: un archivio video per non dimenticare

L'amministrazione comunale di Preganziol inaugurerà mercoledì sera nella biblioteca comunale un archivio video con delle interviste

PREGANZIOL L’Amministrazione Comunale di Preganziol intende dare voce al ricordo di chi ha direttamente subito la tragedia della persecuzione nazifascista e della deportazione. Nella cittadina trevigiana, infatti, risiedono delle persone che ormai settant’anni fa, hanno vissuto il dramma della prigionia: saranno proprio loro i protagonisti della videointervista che andrà a inaugurare, in occasione della Giornata della Memoria, l’archivio di videointerviste che l’Assessorato alla Cultura del Comune di Preganziol, ha deciso di costruire.

“Queste persone – spiega l’Assessore alla Cultura, Francesca Gallo – hanno subito una prigionia lunga due anni. Le barbarie che sono stata perpetrate prima e durante la Seconda Guerra Mondiale, costituiscono una vergogna ed un lutto collettivi che non possiamo permetterci di dimenticare e di non spiegare soprattutto a quelle nuove generazioni che, per forza di cose, potrebbero rischiare di percepire quelle drammatiche vicende tanto distanti da non appartenere anche a loro.”   “Grazie alla collaborazione - continua Francesca Gallo – con Istresco, Istituto per la Storia della Resistenza e della Società Contemporanea della Marca Trevigiana, abbiamo deciso di costruire un video archivio della memoria e di inaugurarlo proprio con le interviste della giovane professionista del settore cinematografico, Sara Bonaventura ai nostri concittadini sopravvissuti alla prigionia”.

“Mercoledì 28 – conclude l’Assessore alla Cultura – ci incontreremo in Biblioteca alle 20.30 per assistere in anteprima alla proiezione delle video interviste e per prendere coscienza di come nella nostra Città vivano i testimoni di un periodo storico che ha cambiato profondamente la società. Una scelta precisa della nostra  amministrazione che intende far conoscere l'identità del territorio attraverso l'occhio giovane, la mano esperta e la voce della memoria.”

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Malore dopo la vaccinazione, 57enne ricoverato in ospedale

Giardino

Balconi fioriti: scopri le piante più scenografiche, i migliori vivai

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Con un cinque al Superenalotto vince 17mila euro

  • Cronaca

    Ruba un aspirapolvere, 43enne arrestata dai carabinieri

  • Meteo

    Veneto, tornano piogge e temporali: «Rischio nubifragi a metà settimana»

Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento