rotate-mobile
Cronaca

In uno zainetto 2,2 chili di hashish per 50mila euro: arrestati due trevigiani

Controllo lungo l'autostrada del Sole della polizia stradale di Arezzo. I 22 panetti di droga erano griffati "Paris Saint Germain" ed erano nascosti sotto un sedile dell'auto su cui viaggiavano i giovani "corrieri"

Trasportavano più di 2 kg di hashish occultati in uno zainetto: la Polizia di Stato li ha arrestati nel tratto aretino dell'Autosole. Erano da poco passate le 3 di notte del 27 marzo, quando una pattuglia della Polizia Stradale della sottosezione di Battifolle ha fermato, durante il quotidiano controllo dell’autostrada del sole, una Fiat Punto con targa italiana e con a bordo due giovani. I due, appena maggiorenni, nati e residenti in provincia di Treviso, non hanno fornito delle convincenti spiegazioni ai poliziotti aretini riguardo ai motivi del loro viaggio e pertanto è scattata nei loro confronti una perquisizione personale estesa all’auto. A prima vista sembrava tutto a posto, i ragazzi incensurati e l’auto “pulita” non sembrava alimentare sospetti.

Ma i poliziotti hanno deciso di approfondire il controllo, trovando, così, sotto i sedili, uno zainetto, dal quale sono stati estratti 22 panetti di cellophane risultati poi contenere 2,2 kg di hashish per un valore complessivo di oltre 50mila euro sul mercato dello spaccio. I due giovani sono stati, quindi, arrestati in attesa del processo per direttissima fissato ieri, mentre sia l’auto che lo stupefacente sequestrati per la successiva confisca. Nel corso della perquisizione è stato rinvenuto anche un iPhone risultato provento di una rapina perpetrata lo scorso 24 febbraio in provincia di Belluno, per la quale sono state avviate indagini per capire se i due arrestati abbiano avuto un ruolo attivo o “solamente” ricettato il telefono.

La droga sequestrata-3

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In uno zainetto 2,2 chili di hashish per 50mila euro: arrestati due trevigiani

TrevisoToday è in caricamento