menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un'immagine della conferenza stampa sull'arresto

Un'immagine della conferenza stampa sull'arresto

Arrestato un 24enne albanese: era in una banda che faceva prostituire giovani rumene

Il ragazzo è stato portato in carcere dopo essere stato accompagnato all'aeroporto di Milano dalla polizia tedesca in quanto, in precedenza, in carcere in Germania per furti

TREVISO E' stato ammanettato all'aeroporto Malpensa di Milano e condotto immediatamente in carcere per scontare la sua pena. Si tratta di un 24enne albanese, G.G., in precedenza già incarcerato a Francoforte (Germania) per reati di furto e ora nelle celle di Santa Bona per reati inerenti lo sfruttamento della prostituzione.

Il ragazzo infatti faceva parte di un sodalizio criminale, composto sia da italiani che albanesi, dedito al giro della prostituzione nella Marca usufruendo delle prestazioni sessuali di giovani donne rumene. Nel giugno 2015 però (vedi link), la polizia di Treviso aveva bloccato il gruppo di delinquenti grazie alla segnalazione di una donna amica delle ragazze sfruttate, ma due soggetti dell'associazione a delinquere erano riusciti a scappare. In realtà però solo uno dei due era realmente fuggito, ossia il 25enne G.E, mentre il 24enne si è poi scoperto essere in carcere in Germania per furto. Solo nei giorni scorsi quindi, una volta scontata la pena tedesca, il ragazzo è stato accompagnato alla frontiera italiana e nuovamente incarcerato. Rimane ancora invece latitante il 25enne.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Malore dopo la vaccinazione, 57enne ricoverato in ospedale

Giardino

Balconi fioriti: scopri le piante più scenografiche, i migliori vivai

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Con un cinque al Superenalotto vince 17mila euro

  • Cronaca

    Ruba un aspirapolvere, 43enne arrestata dai carabinieri

  • Meteo

    Veneto, tornano piogge e temporali: «Rischio nubifragi a metà settimana»

Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento