menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Black, Mon Ami, Kevin e Tony sono la stessa persona, preso pusher

L'ordinanza di arresto risale a gennaio 2013, ma il giovane spacciatore di Caerano era fuggito in Nigeria. Domenica il rientro e le manette

Si faceva chiamare Black, talvolta Kevin, Mon Ami, oppure Tony dai suoi clienti, un centinaio. Era stato scoperto un pusher di Caerano San Marco, un nigeriano senza fissa dimora, disoccupato, che subito dopo l’ordinanza di custodia cautelare era scappato in Nigeria.

BLITZ ANTI DROGA TRA TREVISO, BELLUNO E PORDENONE

Il giovane era solito spacciare marijuana a piccole dosi, ma anche cocaina. Tra i suoi acquirenti, due minorenni, tutti italiani e residenti nelle zone di Motebelluna, Crocetta del Montello e Caerano. La sua residenza ufficiale sarebbe stata ad Erba (TO), ma un amico lo ospitava nella Marca dall’estate del 2012. A gennaio 2013 i carabinieri della Compagnia di Montebelluna insieme al Nucleo Operativo sono riusciti a rintracciarlo. Le zone di vendita erano principalmente la stazione ferroviaria e una rotatoria di Caerano.

A TREVISO DA UN MESE, ARRESTATI PER SPACCIO

È stato possibile riconoscerlo grazie al fascivolo fotografico presentato a una decina tra il centinaio di acquirenti, visto che il giovane pusher avrebbe tentato di mascherare la sua identità usando differenti nomignoli. Domenica è atterrato all’aeroporto di Bologna, dove è stato arrestato sulla base del provvedimento emesso all’epoca dal GIP di Treviso. Dalle indagini sono emerse circa duecento cessioni di droga a piccole dosi. Attualmente il nigeriano si trova in carcere nel capoluogo emiliano. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Casa

Ammoniaca vs Candeggina: chi uccide meglio i germi?

Attualità

Roncade: messo in vendita il centro commerciale Arsenale

Attualità

Asolo, malore sul lavoro: dipendente comunale muore a 44 anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Meteo

    Caldo anomalo nella Marca: «Da sabato temperature in calo»

  • Aziende

    «Positiva la scelta di istituire un ministero per la disabilità»

Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento