menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Traffico di droga tra estero e Italia, in manette anche un 49enne di Mogliano

All'alba di mercoledì i carabinieri di Poggibonsi (SI) hanno portato a termine una complessa operazione anti-droga. Tra i 22 arrestati anche un dominicano residente nella Marca

Una maxi operazione anti-droga, all'alba di mercoledì è stata portata a termine dai carabinieri di Poggibonsi (SI). Tra le persone coinvolte anche un cittadino dominicano, residente a Mogliano Veneto.

M.M.R., classe 1964, fa parte dei 22 arrestati dell'indagine "Drug Express", conclusasi dopo oltre un anno con quaranta perquisizioni domiciliari su tutto il territorio nazionale, l'emissione di 26 ordinanze di custodia cautelare in carcere, una di custodia cautelare agli arresti domiciliari e quattro mandati di arresto europeo.

L'operazione, che ha visto impiegati 90 militari, ha permesso di disarticolare una vasta associazione a delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti e avente ramificazioni in Spagna, Svizzera ed Italia.

LE INDAGINI - A far scattare le indagini è stato l'arresto, nella primavera del 2011, di un cittadino dominicano, A.R.T.P., che aveva acquistato un piccolo quantitativo di cocaina da un connazionale, J.M.R., residente a Poggibonsi. Questi aveva creato nella propria abitazione un vero e proprio centro di smistamento della polvere bianca, destinata in parte al mercato locale e in parte al mercato nazionale e internazionale.

Dall'attività investigativa è emerso che J.M.R. era solo un tassello di una vera e propria organizzazione criminale transnazionale, ramificata in Spagna e in diverse regioni italiane, Veneto, Toscana, Emilia Romagna, Campania, Lazio e Liguria. I componenti erano soprattutto sudamericani, italiani e nigeriani e la cocaina veniva importata direttamente dalla Repubblica Dominicana per poi essere smistata dalla Spagna in Italia, Svizzera e Grecia attraverso una fitta rete di corrieri, in prevalenza donne.

Durante l'operazione dei militari di Poggibonsi sono stati sequestrati circa tre chili di cocaina ed è stato ricostruito un mercato molto più ampio, che fruttava agli organizzatori circa 300 mila euro l’anno, proventi che venivano fatti circolare tra Santo Domingo, Barcellona e Italia attraverso i Money Transfert.

La testa dell'organizzazione, J.M.R., acquistava la cocaina a 10 euro al grammo per poi rivenderla a 50 euro al grammo. Gli inquirenti ipotizzano che in un solo anno J.M.R. abbia piazzato nella zona senese oltre 10 chili di cocaina pura. Ma il ricavo della ramificazione spagnola dell'organizzazione sarebbe ancora più interessante: la cocaina pura veniva reperita in Repubblica Dominicana ad un euro al grammo.

MOGLIANO VENETO - Le perquisizioni sono arrivate fino a Treviso, dove i carabinieri hanno intercettato M.M.R., 49enne residente a Mogliano Veneto e ritenuto uno degli elementi di spicco dell'organizzazione criminale. Questi, insieme a un connazionale, si preoccupava di raccogliere lo stupefacente importato dai corrieri, per poi smistarlo in base alle richieste tra i grossisti di Veneto, Toscana, Liguria, Lombardia ed Emilia Romagna.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, l'imprenditore Amir Vettorello muore a 46 anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento