menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Terrorista turco arrestato sul Terraglio a Mestre: era latitante

L'uomo è stato bloccato dalla polizia all'uscita di un albergo. La magistratura di Ankara aveva emesso un mandato di cattura

MESTRE Bloccato all'uscita da un albergo. La Polizia di Venezia ha fermato un terrorista turco sul quale pendeva un mandato di cattura internazionale.

L'uomo, un 45enne medico, è stato arrestato nella notte tra domenica e lunedì all'uscita di un albergo di Mestre. Il turco stava pernottando al Quid Hotel in via Terraglio con la famiglia, quando la polizia l'ha bloccato. Addosso aveva una carta d'identità austriaca, in seguito al matrimonio proprio con una cittadina dell'Austria, e su di lui la magistratura di Ankara aveva emesso un mandato di cattura internazionale. Secondo quanto si apprende, l'uomo in passato ha partecipato ad azioni sovversive, con tanto di bottiglie molotov, contro l'High School ad Ankara e contro la banca di Konia Street. È indagato anche in quanto probabile "reclutatore" del gruppo Dhkp-C di estrema sinistra responsabile dell'attentato contro un magistrato avvenuto pochi giorni fa a Istanbul. La Digos sta indagando per capire se ci sono eventuali collegamenti tra questi fatti e il 45enne turco. Ora è in stato di fermo nel carcere di Santa Maria Maggiore di Venezia, a disposizione della Corte d'Appello che valuterà l'eventuale estradizione.

È arrivato anche il commento del ministro dell'Interno Angelino Alfano che, dopo l'arresto, ha espresso la sua soddisfazione mettendo, però, in guardia il paese: "Il livello di allerta è tale che i controlli sono altissimi".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Malore dopo la vaccinazione, 57enne ricoverato in ospedale

Giardino

Balconi fioriti: scopri le piante più scenografiche, i migliori vivai

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento