Espulso dall'Italia torna a Treviso, ma i carabinieri lo arrestano

Si tratta di un 30enne albanese, residente a Vazzola, fermato per un controllo di routine, ma scoperto come immigrato irregolare sul territorio

TREVISO Stava tranquillamente passeggiando nel pieno della notte quando è stato fermato dai carabinieri per un controllo di routine sulle strade del trevigiano; peccato però che sull'uomo pendesse una condanna per espulsione dal territorio italiano, finendo così nuovamente in manette.

Si tratta di T.F, 30enne albanese residente nella casa della moglie a VazzolaIl fatto è accaduto nella notte tra lunedì e martedì, verso le ore 02.00, sulla via Noalese nei pressi dell’aeroporto “Canova” di Treviso, quando i militari della compagnia di Treviso lo hanno bloccato e dopo un controllo sulle sue generalità e precedenti, lo hanno arrestato per inosservanza dell’espulsione amministrativa impostagli dal Questore di Treviso. L'uomo  aveva infatti alle spalle un provvedimento di espulsione, in seguito a condanna penale, che era stato eseguito l'1 aprile dello scorso anno con l’accompagnamento alla frontiera dell’aeroporto di Verona.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il provvedimento era però esecutivo per la durata di 10 anni e perciò lo straniero non doveva trovarsi nel territorio della Marca e per questo gli sono state strette le manette ai polsi. Il 30enne è stato poi condotto agli arresti domiciliari presso la sua residenza, dove tuttora abita la moglie, in attesa di essere giudicato con rito “direttissimo” davanti al Tribunale di Treviso nella mattinata dell'1 aprile.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Smart contro un camion: muore 32enne, l'amica alla guida non aveva la patente

  • Azienda trevigiana investe 2mila euro a dipendente per corsi e viaggi all'estero

  • Schianto sulla Pontebbana, gioielli e arnesi da scasso nella Smart

  • Con lo scooter contro un'auto, muore noto albergatore jesolano

  • Monfumo, Cornuda e Pederobba: raffica di allagamenti, strade come fiumi

  • Malore improvviso, 40enne ricoverato in elisoccorso: è gravissimo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento