Si apparta con una lucciola e tenta di rubarle il portafoglio: 38enne di Monastier denunciato

Arrestato l'uomo che avrebbe tentato di rapinare una giovane prostituta, dovrà essere giudicato con rito direttissimo dal tribumale di Treviso

PREGANZIOL I carabinieri di Treviso hanno arrestato, nella notte tra giovedì e venerdì intorno alle 2,  un 38enne, L.G. domiciliato a Monastier di Treviso, il quale avrebbe tentato di compiere una rapina ai danni di una prostituta romena di 30 anni, domiciliata a Preganziol. Le operazioni sarebbero avvenute lungo la SS13 del “Terraglio” nel comune di Preganziol. L'uomo, con precedenti alle spalle, avrebbe invitato la lucciola a salire sulla sua autovettura, una Renault “Megane” per appartarsi con lei. Improvvisamente, però, secondo quanto raccontato dalla giovane, il cliente avrebbe tentato di impossessarsi del porta monete di questa, che custodiva la somma di 350 euro.

La ragazza, nel tentativo di difendersi, sarebbe riusciva a divincolarsi ed a scappare dall’auto non prima, di annotare il numero della targa del 38enne. Immediato l'intervento dei militari delle stazioni di Mogliano Veneto e San Biagio di Callalta, che hanno da lì a poco individuato il soggetto nella sua abitazione. Accompagnato nel comando dei carabinieri di Mogliano per ulteriori accertamenti, l'uomo è stato riconosciuto dalla giovane che, nel frattempo, stava presentando la denuncia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In attesa di essere giudicato con rito direttissimo dal Tribunale di Treviso, L.G.  è stato portato nella sua abitazione, in regime di arresti domiciliari. La giovane donna in seguito alle cure mediche nel pronto soccorso dell’ospedale di Treviso, è stata denunciata in stato di libertà poiché sul suo conto era pendente un provvedimento di “foglio di via obbligatorio” con divieto di ritorno nel comune di Preganziol, emesso dal questore di Treviso lo scorso mese di luglio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • E' morto Tommaso, il bimbo di Dosson schiacciato da un cancello

  • Superenalotto, doppia vincita nel weekend in provincia di Treviso

  • Coronavirus, Zaia: «In Veneto misure prorogate fino al 15 ottobre»

  • Monfumo, Cornuda e Pederobba: raffica di allagamenti, strade come fiumi

  • Con lo scooter contro un'auto, muore noto albergatore jesolano

  • Maltempo, albero cade e travolge un'auto: vigilante ferito

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento